4,5 milioni alle Pmi che tutelano prodotti su mercati esteri

Il Ministero dello Sviluppo Economico e l’Unioncamere Italiana hanno messo in campo un bando per supportare le imprese nella tutela dei marchi all’estero attraverso due misure agevolative volte a garantire la qualità delle scelte strategiche.

Da qualche giorno è più semplice per le piccole e
medie imprese italiane registrare i
marchi a livello comunitario ed internazionale
. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato infatti 4,5 milioni di euro a favore delle piccole
e medie imprese che decideranno di registrare il proprio marchio a livello
comunitario e internazionale.

Il bando, predisposto dalla Direzione Generale
per la lotta alla contraffazione - Ufficio italiano brevetti e marchi – in
collaborazione con Unioncamere, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 7
maggio 2012.

L’importo dell’agevolazione può variare dai 4 ai 6 mila euro per ciascuna
domanda di marchio depositata e a copertura dell’80% o del 90% delle spese
ammissibili sostenute in funzione dei Paesi designati per la registrazione.

L’impresa può presentare più domande di
registrazione di marchi ma le agevolazioni non potranno superare i 15 mila euro per impresa.

Più
in dettaglio, le agevolazioni sono dirette alla registrazione di marchi comunitari presso l'UAMI e internazionali presso l'OMPI
attraverso l'acquisto di servizi specialistici, come la progettazione
del nuovo marchio, le ricerche di anteriorità e assistenza al deposito,
l'assistenza per l'acquisizione del marchio, l'assistenza per l'acquisizione in
licenza o le tasse di deposito.

Le domande di agevolazione possono essere presentate a Unioncamere, soggetto gestore del bando, a partire dal 4 settembre
2012.

Le risorse saranno assegnate con procedura valutativa a sportello secondo
l’ordine cronologico di presentazione delle domande e sino all’esaurimento
delle stesse.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here