3 si prepara al salto nelle aziende

L’azienda di videofonia prepara un’offerta indirizzata al mondo business e cerca nuovi partner

16 magggio 2003 La campagna di brand identity è ormai in pieno svolgimento. E per H3g (o 3 Mobile
Video Company, come da mesi troviamo scritto) arriva il momento della
differenziazione dell'offerta.
“In questo
momento
- racconta Ezio Peri, business sales director - l'offerta
consumer è ben articolata e definita. Presto inizieranno anche servizi
georeferenziati, ma la strada è ben delineata. Il prossimo step, invece,
riguarda la proposta per le aziende”

.
In questo momento, è chiaro, 3 non scende eccessivamente nel dettaglio, ma appare evidente che le linee guida siano già definite.
Per 3 portare
servizi alle aziende
significa integrare e-mail, notizie, rete aziendale e videofonia in un'unica soluzione, con una user interface specificamente disegnata.
“A partire dal mese di
giugno dovremmo iniziare a mettere a punto un pacchetto di offerte per le
aziende, che include, oltre ai servizi di mailing e news, anche la trasmissione
dati con fast mobile modem e la connessione alla rete aziendale anche con Cdn.
Non mancheranno, è evidente, le applicazioni di videofonia
, che proponiamo come sostitutivi della videoconferenza e articoliamo non solo nell'accezione da videofonino a videofonino, ma anche da videofonino a pc, con o senza webcam”.

In base agli ultimi dati rilasciati dai gestori di telefonia mobile, in Italia esistono in questo momento oltre 4 milioni di utenze aziendali. Ed è questo parco che 3 intende approcciare, con l'intento di sviluppare una nuova area nei rapporti di lavoro.

“Ritengo sia corretto definirci i primi arrivati su un mercato nuovo, attivi su una tecnologia che ancora deve sviluppare tutto il suo potenziale. Diversamente da altri, abbiamo scelto di non limitarci a “spremere” quanto ancora è rimasto del potenziale di una tecnologia “vecchia”, ma di partire direttamente con il nuovo”.
Naturalmente,
in quest'ottica di abilitazione, un ruolo importante tocca anche al
canale commerciale
. Oltre alla forza vendita diretta, 3 ha deciso di utilizzare sia il canale commerciale tradizionale sia quello che definisce innovativo, per lo meno per il normale approccio delle società che operano nella telefonia.

“Guardiamo a quelle realtà che operano sul mercato aziende. Li definiamo innovative partner e sono software house, system integrator in grado di sviluppare soluzioni per la piattaforma da noi offerta. Penso ad esempio alla consultazione da remoto di dati di contabilità”.
I programmi specifici per i partner
verranno varati a settembre. Per questo motivo, Peri non ne dà alcuna
anticipazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome