3 Italia apre l’era della democrazia mobile

La velocizzazione della trasmissione dall’utente alla rete abilita davvero il social networking e rende possibile il sorpasso della mobile internet ai danni della soluzione fissa. A Natale i primi sistemi, nell’estate 2008 i nuovi telefonini HSUPA.

La rete mobile accelera la velocità di trasmissione dall'utente alla rete
e si propone come collante ideale per realizzare il social networking.


E' questo il senso della tecnologia HSUPA che 3Italia ha sviluppato,
grazie ad Ericsson, sul territorio nazionale: la velocità di trasmissione dati è
di 1,4 Mbps ed è già implementata su Milano, Roma, Torino, Napoli, Catania,
Bologna, Bergamo e nei principali aeroporti.

Gli indicatori
internazionali parlano del 2012 come l'anno del sorpasso della mobile internet
sulla fixed internet e la sfida è lanciata.

Per mostrare lo stato del
nuovo servizio, alcuni file sono stati inviati contemporaneamente sia su rete
HSUPA sia su rete UMTS; quest'ultima viene identificata con la velocità di
trasmissione minima, pari a 64 kbps, rispetto alla quale HSUPA è oltre 20 volte
più veloce.
La brusca accelerazione dell'uplink -la “U” nella sigla- rende
possibile l'invio degli UGC, contenuti generati dall'utente, direttamente dal
telefonino, un dispositivo che può registrare filmati ormai di buona
qualità.

Il citizen journalism è una delle componenti del social
networking lanciato dal web 2.0: “in questo senso la rete HSUPA aumenta la
democrazia
”, ha commentato Vincenzo Novari, Amministratore delegato di 3
Italia.

La presentazione di oggi fatta da 3Italia è stata compiuta
sulla rete commerciale
”, ha precisato Antonella Ambriola, direttore della
divisione tecnica di 3 Italia, “non su un sistema ad hoc per la
dimostrazione della tecnologia
”.

L'Italia, con la sua leadership
mondiale nell'UMTS, è stata il territorio ideale per il lancio mondiale della
nuova soluzione di uplink; la sua particolare conformazione geografica,
comunque, rende difficile una copertura totale, anche ricorrendo ad aree
condivise da più operatori.

Tornando all'HSUPA di 3Italia, ecco i
dettagli per il mercato: la nuova proposta richiede telefonini di nuova
generazione e verrà proposta in flat rate. L'offerta con datacard e sistemi
embedded sarà lanciata a Natale, mentre i dispositivi di nuova generazione li
avremo nell'estate del 2008.

Anche il settore produttivo professionale
si avvarrà della nuova rete, come mostrato dal terzo esempio della
presentazione: una videointervista al ministro delle telecomunicazioni, Bruno
Gentiloni, è stata inviata in diretta e messa online sui telefonini 3 nel breve
volgere di una ventina di secondi. “Insieme alla rilevanza di questo
risultato ottenuto da due aziende che io considero italiane
”, ha detto
Genitiloni, “bisogna dire che facilitare gli user-generated content riguarda
anche alcuni aspetti negativi, dal bullismo alla pedofilia
”, ai quali
bisogna stare attenti.

Tecnicamente parlando lo standard UMTS potrebbe
permettere una velocità fino a 1,9 Mbps, mentre HSUPA ha un massimo teorico di
5,76 Mbps. Oltre alla velocità è stata migliorata anche la latenza, rendendo
effettivamente possibili i giochi online ed in particolare i MMORPG, Multiplayer
Online Role-Playing Game, un enorme business oggi per il PC connesso.


HSUPA è l'acronimo di High Speed Uplink Packet Access, mentre la tecnologia
analoga nel downlink è HSDPA (High Speed Downlink Packet Access). In una
ipotetica scala di avanzamento graduale delle generazioni telefoniche, laddove
UMTS era di terza generazione e quindi 3G, HSDPA è considerato 3,5G e HSUPA
addirittura 3,75G. “Dopo l'attuale livello si comincerà a parlare di LTE, Long
Term Evolution”, ha detto Cesare Avenia, Amministratore delegato Ericsson.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here