Home IoT Perché il 2021 sarà l’anno degli smart device e dell’IoT

Perché il 2021 sarà l’anno degli smart device e dell’IoT

Secondo Sequitur Labs, società specializzata nella sicurezza dei dispositivi embedded, nel 2021 assisteremo a una forte accelerazione degli smart device e l’innovazione sarà spinta da una massiccia crescita del settore IoT, Internet of Things, e dalla disponibilità di soluzioni hardware più economiche.

Con fino al 75% dei progetti di gestione remota dei dispositivi ritenuti “non riusciti” nel 2020, il deployment di IoT è stato limitato nella realizzazione del suo pieno potenziale quest’anno, evidenzia Sequitur Labs. Tuttavia, secondo la società di sicurezza IoT una nuova ondata di silicio a prezzi accessibili che fornisce una vasta gamma di caratteristiche e funzionalità, in combinazione con la maturazione del software, porterà a un sostanziale aumento del successo dei progetti IoT nel prossimo anno.

L’analisi di Verified Market Research ha valutato la dimensione del mercato globale dell’Internet of Things in 212,1 miliardi di dollari nel 2018 e prevede una crescita del 25,68% per raggiungere 1,3 migliaia di miliardi di dollari entro il 2026.

Secondo gli esperti di Sequitur Labs, se da un lato ci sono molte ragioni per le difficoltà di diffusione dell’Internet of Things, dall’altro le più comuni riguardano la complessità dei progetti, la mancanza delle competenze richieste e l’incapacità di implementare una sicurezza efficace.

Recenti miglioramenti però consentono ai fornitori di implementare una nuova generazione di funzionalità nelle loro soluzioni e negli aggiornamenti dei dispositivi, garantendo un sostanziale aumento del successo dei progetti IoT.

Internet of Things Sequitur Labs

Da protagonista nell’ambito della sicurezza dell’Internet of Things, Sequitur Labs prevede diversi progressi per il 2021 che dovrebbero far avanzare il settore in diverse aree chiave.

Tra questi, innanzitutto, il miglioramento della gestione e del controllo a distanza dei dispositivi Industrial Internet of Things.

Il Covid-19 non solo ha costretto le persone a lavorare in remoto, ma ha anche accelerato la necessità di configurare, controllare e gestire i dispositivi industriali a distanza.

Di conseguenza, si può prevedere che la stragrande maggioranza degli end point industriali supporteranno reti basate su IP (come Ethernet e Wi-fi) piuttosto che network purpose-built (come ad esempio, Modbus o Profibus).

I dispositivi possono essere collegati a Internet, e come tali richiederanno anche la capacità di boot e aggiornamenti sicuri, di abilitare il ripristino del sistema, di applicazioni sensibili sicure e della memorizzazione dei dati.

A facilitare la crescita dell’Internet of Things sarà anche la maggiore integrazione del cloud. Le piattaforme di smart device di Google (Google Assistant), Amazon (Alexa) e Apple (Homekit) sono emerse e si sono affermate come il punto di comunicazione centrale nella casa connessa. Ognuno di questi fornitori richiede la conformità ai propri partner dell’ecosistema, per poter aderire alla piattaforma. Con l’accelerazione del numero di dispositivi connessi in casa, la necessità di sicurezza dei dispositivi diventerà più critica che mai nel corso del prossimo anno.

Sequitur Labs pone poi in evidenza la maggiore diffusione dell’Internet of Things per i dispositivi medicali. I prodotti medicali, come i dispositivi di monitoraggio remoto e i sensori per le apparecchiature mediche, stanno registrando un’accelerazione nella loro adozione. Tra i benefici ci sono minori costi di gestione, riduzione dei tempi di degenza ospedaliera e monitoraggio efficace delle apparecchiature. Il rischio di un dispositivo danneggiato o compromesso è elevato in questo settore e, poiché aumentano i volumi di prodotti monitorati e controllati a distanza, aumentano anche le esigenze di sicurezza. L’autenticazione dei dispositivi, il monitoraggio sicuro per gli aggiornamenti, la manutenzione e la diagnostica sanitaria e la protezione contro gli attacchi da remoto faranno aumentare la necessità di soluzioni purpose-based in questo settore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php