Home Cloud Nel 2019 su Fatture in Cloud è transitato il 3,1% del PIL...

Nel 2019 su Fatture in Cloud è transitato il 3,1% del PIL italiano

Fatture in Cloud, la società orobica che dal 2015 fa parte del gruppo TeamSystem e che propone il software di fatturazione online per professionisti, microimprese e Pmi, comunica di aver chiuso il 2019 con una crescita, sia in termini di business che di clienti e documenti digitali gestiti.

Lo scorso anno sono stati 350 mila i clienti operanti sulla piattaforma Fatture in Cloud (erano 9 mila nel 2015), con oltre 40 mila commercialisti.

Insieme hanno creato 32,2 milioni di fatture che sommate hanno contabilizzato un valore economico di 54 miliardi di euro, corrispondente al 3,1% dei PIL italiano.

Immaginificamente Fatture in Cloud fa notare che se tutti questi documenti fossero stati stampati si sarebbe potuto effettuare per 296 volte il giro del globo terrestre.

Cifra da cui si desume l’impatto favorevole in termini di sostenibilità ambientale, con una riduzione delle emissioni di 126mila Kg di CO2.

Mediante l’invio di oltre 1,6 milioni di solleciti automatici Fatture in Cloud ha aiutato i propri clienti a ottimizzare i tempi dei pagamenti programmati e in termini di efficienza solo lo 0,34% delle loro fatture sono state rifiutate dal Sistema di Interscambio, contro una media italiana che si aggira attorno al 3%.

Fondatore della società orobica, oramai non più considerabile una startup, considerati i numeri in campo, è Daniele Ratti, che in una nota del Gruppo TeamSystem sottolinea appunto come solamente “cinque anni fa eravamo una promettente startup di Bergamo, nata da un’intuizione vincente e da una chiara visione del mercato. Nel 201, ben 11 milioni di imprese e cittadini italiani hanno ricevuto almeno una fattura tramite la piattaforma di Fatture In Cloud”.  

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php