Yahoo bene, ma Microsoft non demorde

Una trimestrale oltre le attese di Wall Street, che non convince però Microsoft ad alzare l’offerta.

E' stata una buona trimestrale quella messa a segno da Yahoo e annunciata nella giornata di ieri.
Buona ma, così come sottolineano questa mattina tutti gli analisti, non abbastanza per spingere Microsoft a rivedere l'entità della sua offerta di acquisto.

Nel primo trimestre dell'esercizio in corso, la società ha registrato infatti un fatturato di 1,35 miliardi di dollari (in crescita del 14% rispetto al pari periodo dell'anno precedente)e utili per 150 milioni di dollari, in crescita rispetto ai 142,4 dell'anno scorso e pari a 11 centesimi per azione, valori, in entrambi i casi, superiori alle attese di Thomson Financial, attestate a 1,32 miliardi e 9 centesimi per azione.

La società ha sottolineato le innovazioni introdotte nel periodo in esame, inclusa la nuova piattaforma di gestione e il video in Flickr, precisando le sue aspettative di crescita per l'advertising online, mercato destinato a raggiungere un valore di 40 miliardi di dollari entro i prossimi 2 anni.

Da parte sua, Microsoft non si è lasciata convincere da questi risultati: l'offerta resta invariata e Yahoo ha tempo fino a sabato per accettarla. Da quel momento in poi, secondo quanto dichiarato da Steve Ballmer, si trasformerà in offerta ostile, con tutte le conseguenze del caso.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here