Xiv guadagna spazio

Ibm vara le funzioni di mirroring asincrono e recupero istantaneo di capacità.

Ibm ha annunciato il potenziamento di Xiv Storage System, per favorire le aziende nella gestione delle esigenze di infrastruttura delle informazioni, con capacità di mirroring asincrono e recupero istantaneo dello spazio.

La piattaforma ora consente la replica dati asincrona ad alte prestazioni basata sulla funzionalità di snapshot, copia istantanea, nativa dell'architetura Xiv, che consente il mirroring tra sedi a distanza pressoché illimitata. La funzionalità si affianca a quella di mirroring sincrono, già disponibile.

Il mirroring può essere programmato a intervalli flessibili, tra 20 secondi e 12 ore, e i Recovery Point Objectives (Rpo) possono essere diversi e indipendenti dal programma di mirroring. L'attività può essere automatica, basata su un programma predeterminato configurabile dall'utente, oppure eseguito tramite comando manuale, ed è bidirezionale, consentendo ai sistemi di hosting di duplicare ed essere duplicati simultaneamente e supportare il mirroring sia sincrono che asincrono su ciascun sistema.

Ibm ha varato anche una funzione di recupero istantaneo dello spazio, che consente agli utenti di Xiv di ottimizzare l'utilizzo della capacità, per riguadagnare all'istante lo spazio di file system inutilizzato nei volumi. Si tratta di un potenziamento della funzionalità di thin provisioning esistente.

Altre novità di Xiv comprendono una funzionalità per supportare Lightweight Directory Access Protocol (Ldap), consentendo il single sign-on e il controllo degli accessi consolidato per più sistemi Xiv, e il supporto di Tivoli Productivity Center 4.1.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here