Windows 10 Anniversary Update: come aggiornare subito

È un rollout progressivo quello che Microsoft ha deciso di attivare per l’Anniversary Update di Windows 10. Per questo motivo non è detto che tutti gli utenti che hanno al momento installato una versione dell’ultimo sistema operativo della società abbiano già ricevuto il messaggio di aggiornamento automatico e dovranno dunque aspettare qualche giorno prima di passare all’ultima release.
Chi volesse comunque provarla – ricordiamo che stiamo parlando della Build 14393 – può forzare l’aggiornamento seguendo due procedure.
La prima richiede il passaggio dalle impostazioni di sistema, oppure da Cortana, digitando Verifica disponibilità aggiornamenti.

aggiornamento windows
Si può in alternativa scaricare l’ISO attraverso Media Creation Tool (questo l’indirizzo per il download) e creare un supporto, una chiavetta o un Dvd, per poi procedere all’installazione.

Con Windows 10 arriva HoloLens

Delle novità attese abbiamo già fatto cenno nei giorni scorsi,
(qui l’articolo di riferimento), aggiungiamo dunque solo un paio di note.
La prima è che per il momento l’Anniversary Update non è disponibile per dispositivi mobile, si attendono informazioni più precise da Microsoft in merito. Lo è invece per HoloLens. E non è un caso, dal momento che HoloLens da oggi è liberamente acquistabile sul sito di Microsoft dagli utenti statunitensi e canadesi. Si parla di 3.000 dollari per ogni dispositivo, che comunque resta al momento – e comprensibilmente – ancora indirizzato solo agli sviluppatori. La differenza rispetto al passato è che non è più necessario avere una applicazione da sottoporre a Microsoft per avere accesso al dispositivo.

BASH su Windows, ecco la novità

Infine, tra le novità di cui non abbiamo già fatto cenno, una riguarda il mondo Linux.
Ricordando che contestualmente al rilascio dell’Update per gli utenti è stato rilasciato anche il nuovo SDK per gli sviluppatori, la novità è che in collaborazione con Canonical Microsoft ha portato BASH su Windows. In sintesi ha aggiunto la command line di Linux, consentendo di fatto agli sviluppatori di accedere a tutti i loro strumenti direttamente da Windows.
Si tratta di una funzionalità opzionale che va abilitata aprendo il prompt dei comandi di Windows e digitando Bash + invio.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here