Unix e Nt spingono in alto i risultati di Oracle

La rapida crescita nel mercato dei database relazionali sia sotto Unix che Windows Nt ha contribuito a un’altra annata molto positiva per Oracle. Il profitto netto, in particolare, ha registrato una crescita del 35%, arrivando a 1,3 miliardi di dollari …

La rapida crescita nel mercato dei database relazionali sia sotto Unix che
Windows Nt ha contribuito a un'altra annata molto positiva per Oracle. Il
profitto netto, in particolare, ha registrato una crescita del 35%,
arrivando a 1,3 miliardi di dollari, mentre il fatturato ha avuto un salto
in avanti del 24%, per una cifra totale di 8,8 miliardi di dollari. Nel 98
gli utili erano stati di 955 milioni e il giro d'affari di 7,1 miliardi di
dollari. L'ultimo trimestre ha registrato un'ascesa del 22% nel fatturato e
del 31% nei profitti.
Molti simili le cifre di crescita per comparto. Le licenze software hanno
avuto un incremento anno su anno del 22%, mentre le vendite di database
sono salite del 25% e quelle di software applicativo del 28%. I servizi,
infine, sono aumentati del 22%.
Il Ceo della sociietà, Larry Ellison si è soffermato sul buon andamento
dei
database relazionale sotto Unix e Nt, sottolineando che si tratta dei due
sistemi operativi che stanno dando forza a Internet. Inevitabile, inoltre,
l'evidenziazione del +28% nell'Erp, laddove i principali concorrenti hanno
mostrato recentemente qualche sofferenza.
I risultati, nel loro complesso, sono leggermente migliori delle previsioni
degli analisti finanziari. Ellison ha indicato anche l'obiettivo di voler
tagliare 1 milione di dollari di costi nei prossimi 18 mesi, utilizzando il
proprio software e tecnologie per diventare un'azienda maggiormente
e-business. La riduzione, in realtà, parte da una strada più "consueta",
visto che, in parallelo ai risultati annuali, è stato anche annunciato un
taglio di 325 persone dall'organico.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here