Ubi Banca fa una Soa per il credito al consumo

Banca 24-7 utilizza un’architettura orientata ai servizi per collegare il nuovo front office al sistema informativo tradizionale.

Una Soa che ha integra il front-office realizzato su Application Server Oracle 10g e Database Oracle installati su hardware Sun con un sistema di servizi bancari fondato su applicativi Cobol/Cics/Db2 esposti mediante WebService Soap.

È il progetto con cui Vincenzo Epifani, responsabile di progetto di B@nca 24-7, il servizio di consumer finance di Ubi Banca, ha messo a disposizione degli operatori di filiale e Private Banker una piattaforma per acquisire e gestire il patrimonio informativo del cliente per sviluppare soluzioni su misura e differenziate.

Il progetto, infatti, ha permesso di integrare il layer applicativo di B@nca 24-7 con i sistemi dipartimentali del gruppo bergamasco, garantendo la completa interoperabilità tra il sistema di gestione del credito al consumo e quello della “banca” tradizionale.
Il progetto ha riguardato l'area dei prestiti personali e altri prodotti per il credito al consumo come la cessione del quinto.

In particolare, l'obiettivo è stato quello di dotare le postazioni di filiale e il private banking office di un sistema per la gestione delle pratiche di prestito personale integrato con il sistema informativo di gruppo. Il sistema ora consente agli operatori abilitati di generare una nuova pratica, visualizzarne lo stato e gestirne l'esito con tempi di erogazione contestuali alla firma del contratto. Comprese anche la gestione a 360° del rapporto di prestito, dalla simulazione iniziale dei piani di ammortamento, alla gestione del post vendita, con la possibilità di realizzare prestiti estremamente personalizzati.

Partner tecnologico per la realizzazione della soluzione è ObjectWay.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here