Tablet 2-in-1, le nuove proposte di Fujitsu

Fujitsu Lifebook P727
Fujitsu Lifebook P727

Fujitsu ha annunciato per marzo tre nuovi tablet 2-in-1 per rispondere alle esigenze degli utenti business dell’era digitale.
A loro è dedicato Fujitsu Lifebook P727, dispositivo convertibile 2-in-1 dotato di schermo da 12,5’’ che, a seconda delle esigenze e dell’utilizzo, offre quattro modalità di lavoro: classico a conchiglia, desktop, tablet e a tenda, cui abbinare una serie di feature e strumenti, quali touchscreen, penna digitizer e tastiera.

Caratterizzato da una cerniera con apertura a 360 gradi per ripiegare la tastiera per farla scomparire interamente dietro allo schermo, il Lifebook P727 offre, a partire da 1.699 euro già ivate, connettività 4G/Lte opzionale e fino a dieci ore di autonomia a batteria.

Fujitsu Lifebook T937
Fujitsu Lifebook T937

Il nuovo Fujitsu Lifebook T937, che come il Lifebook P727 utilizza la tecnologia di autenticazione biometrica touch-free Fujitsu PalmSecure, per una protezione dei dati di livello enterprise, si contraddistingue, invece, per uno schermo in grado di ruotare di 360 gradi in entrambe le direzioni rispetto a uno snodo centrare. Il risultato, a partire da 2.199 euro, parla di un tablet ultrasottile che, in soli 1,3 chilogrammi di peso, integra uno schermo da 13.3’’ e l’ultima tecnologia Intel Core di 7a generazione, montata su tutti gli ultimi device presentati dal vendor.

Fujitsu Stylistic R727
Fujitsu Stylistic R727

Tra le novità annunciate, anche Fujitsu Stylistic R727 (proposto a partire da 1.899 euro, sempre Iva inclusa), tablet pc da 12,5’’ con tastiera sganciabile, funzioni di sicurezza comprensive di drive crittografati e autenticazione basata su Nfc, e nuovi livelli di performance offerti dalla seconda generazione della gamma di dispositivi 2-in-1 Fujitsu attenta, come non mai, a offrire, tramite il proprio canale di distributori e rivenditori certificati, strumenti tecnologici in grado di rispondere a nuove esigenze di produttività e a rendere possibili nuovi scenari di utilizzo.

Specie ora che le società di analisi, Idc in testa, hanno decretato un ruolo chiave nella trasformazione digitale dei dispositivi ibridi e 2-in-1.
A sostegno ci sono i numeri di “Tablet in Enterprise 2.0 – The Larger Opportunity”, ricerca condotta lo scorso settembre, per l’appunto da Idc, sulla base di 1.500 interviste con responsabili decisionali It e Line of Business in dieci settori produttivi di Regno Unito, Francia, Germania e Svezia.
Ne emerge un quadro secondo cui i tablet rientrano nella strategia mobile del 60 per cento delle aziende interpellate, mentre settori come scuola, ospitalità, trasporti e Pubblica amministrazione li includono tra le rispettive tre priorità più elevate dopo elementi infrastrutturali, quali storage, server e pc notebook.

Idc_Tablet_2_in_1Inoltre, secondo quanto riportato in una nota ufficiale da Marta Fiorentini, Research Manager, Idc EMEA Personal Computing, i Cio interpellati nella ricerca hanno affermato che, nel 2017, intendono priorizzare gli investimenti a favore di tablet pc mettendoli davanti persino al cloud computing.

 

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here