Symbol aggressiva in Europa con l’aiuto degli sviluppatori

I primi prodotti Rfid specifici per le normative europee nel primo trimestre del prossimo anno. Coinvolta una rete di circa settemila partner.

Europa e Asia Pacifico sono i due prossimi obiettivi per Symbol Technologies, che intende ampliare la sua presenza in particolare sul fronte delle tecnologie Rfid con l'aiuto degli operatori locali.
Nei piani della società, una serie di nuovi prodotti sviluppati per le esigenze specifiche delle realtà locali, e realizzati con l'aiuto di una rete oggi costituita da circa settemila operatori tra sviluppatori e partner di canale.
I primi prodotti sviluppati per il mercato europeo dovrebbero essere resi disponibili nei primi mesi del prossimo anno, con l'obiettivo di affrontare con maggiore determinazione la concorrenza di Intermec.
E se oggi il mercato dominante per Symbol è e resta quello statunitense, la società ha espresso chiara l'intenzione di modificare radicalmente le percentuali già a partire dal prossimo anno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here