Symantec fa il test al disaster recovery

Veritas CommandCentral Disaster Recovery Advisor scova in automatico i problemi legati al ripristino delle infrastrutture.

Secondo uno studio condotto da Symantec nel 2008 un terzo delle imprese si trova a dover attuare ogni anno un piano di disaster recovery, eppure meno della metà afferma di essere in grado di ripristinare il totale delle attività nell'arco di una settimana.

Per migliorare questa statistica Symantec ha rilasciato Veritas CommandCentral Disaster Recovery Advisor, un tool di gestione software in grado di trasformare le operazioni dei datacenter con l'aumento della produttività, l'identificazione dei rischi di disponibilità e la riduzione dei costi.

Disaster Recovery Advisor promette un ritorno in tempi rapidi grazie a una valutazione completa disponibile nell'arco di due giorni dall'installazione. Il risultato secondo Symantec è reso possibile dall'architettura agentless e dall'assenza di requisiti di configurazione del knowledge base composto da oltre 3.000 rischi catalogati. Disaster Recovery Advisor fornisce un processo di valutazione completo attraverso la totale visibilità degli ambienti inerenti applicazioni, server e storage di tutte le principali soluzioni.

La knowledge base è aggiornata continuamente e automaticamente per garantire che i piani alta disponibilità e disaster recovery abbiano sempre pieno successo e che le divisioni It possano essere protette anche dagli inconvenienti più recenti non appena questi vengono identificati. Una volta evidenziato un qualsiasi rischio, Disaster

Recovery Advisor automatizza il processo di remediation fornendo le linee guida per la risoluzione del problema prima di eseguire i test.
Il sistema supporta datacenter eterogenei (server, storage e database), le principali soluzioni per la gestione storage e il clustering, dialoga con i principali sistemi operativi e con i più diffusi database e storage array.
È disponibile a partire da 3mila dollari in base al numero di server fisici che monitorati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here