Sybase migliora i conti ma non le vendite

La società ritorna al nero dopo il rosso del 2002, ma continua il calo nelle vendite di licenze

28 gennaio 2004 Chiaroscuro nel bilancio di Sybase.
La società riesce a chiudere il 2003 in utile, recuperando
dunque il rosso messo a segno nel corso del 2002, ma non riesce a fermare
l'emorragia nelle vendite.
La società ha chiuso la trimestrale al 31 dicembre
con un utile di 37,7 milioni di dollari, recuperando dunque non
solo le perdite di 9,8 milioni del 2002, ma anche la sua immagine di azienda con
una solida struttura finanziaria.
Migliora dunque la gestione dei costi,
visto che sulle vendite il calo non si ferma.
Nell'ultimo trimestre
dell'anno, infatti, le vendite di licenze - ovvero l'indicatore
principale per valutare l'andamento delle aziende attive nel mondo software -
sono calate del 5% a 81,6 milioni di dollari, mentre è di
converso cresciuto del 4% il contributo dei servizi che, attestati a 129,1
milioni, hanno spinto il fatturato complessivo a 210 milioni di
dollari
, in sostanziale tenuta rispetto al pari periodo del
2002.
Per quanto riguarda invece l'intero esercizio, Sybase
chiude con un utile di 87,3 milioni di dollari, pari a 89 cent
ad azione, in recupero rispetto alla perdita di 94,7 milioni
dell'anno precedente, e con un fatturato in calo del 6% a 778,1
milioni.
Una nota di ottimismo arriva però direttamente dalla
società, che in una nota ha sottolineato come nell'ultimo trimestre si sia
registrata una crescita della domanda da clienti che negli ultimi anni non
avevano più rinnovato gli impegni di acquisto, segno, forse, di una certa
ripresa della spesa It.
La ripartizione del fatturato fa registrare un
significativo incremento (+19%) nell'area dei prodotti
mobile e wireless
, che dunque rappresentano al momento il segmento in
maggior crescita per l'azienda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here