Sony rinnova i portatili Vaio

Quattro mesi dopo l’annuncio della precedente generazione, Sony ha operato un nuovo aggiornamento dei portatili Vaio, con i modelli Pcg-F701, F707, F709 e Sr1K. Fedele alla propria strategia, il costruttore giapponese ha diviso la gamma fra modelli di

Quattro mesi dopo l'annuncio della precedente generazione, Sony ha
operato un nuovo aggiornamento dei portatili Vaio, con i modelli
Pcg-F701, F707, F709 e Sr1K. Fedele alla propria strategia, il
costruttore giapponese ha diviso la gamma fra modelli di formato A4 e
ultraportatili. I nuovi Vaio crescono in potenza (con processori
Celeron e Pentium III a partire da 500 MHz, hard disk da 9 a 18,1 Gb
e più ampia memoria video) e possiedono di serie un model a 56K. Il
modello più potente, il Pcg-F709, porta un Pentium III a 750 MHz con
tecnologia SpeedStep. I prezzi oscillano fra i 1.785 e i 4.206 euro
(più o meno da 3,5 a 8,2 milioni di lire).
Una sorpresa arriva dal modello Pcg-Sr1K (con Pentium III a 500 MHz),
con un design originale, che reca una tavoletta tattile sul lato
anteriore, i comandi Jog Dial, un lettore per schede di memoria
Memory Stick, altoparlanti e prese audio. Sony, inoltre, ha eliminato
le tradizionali interfacce seriale, parallela, mouse-tastiera e anche
infrarossi. Il portatile comunica all'esterno attraverso il modem e
con interfacce Usb e Ieee-1394. Il costo è di 2.167 euro, con lettore
Cd-Rom 16X, mentre il floppy è proposto in opzione. Essendo dotato di
una sola porta Usb, occorre un concentratore per collegare in
contemporanea mouse, tastiera e stampante. Si tratta, in sostanza,
del primo modelli legacy-free di Sony, per cui la riduzione di
interfacce serve a diminuire i rischi di conflitti. Un po'
sorprendente, però, appare l'eliminazione della porta a infrarossi,
utile per comunicare con i Pda. La maggior parte dei nuovi modelli
sarà disponibile in settembre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here