Slitta il termine dell’upgrade per Microsoft Office Xp

La clientela aziendale di Microsoft ha ancora sei mesi di tempo per decidere sul passaggio alla nuova versione della suite.

La clientela aziendale di Microsoft ha ancora sei mesi di tempo per decidere sul passaggio alla nuova versione di Office Xp. La conferma giunge ufficialmente dal responsabile dei programmi di licenza Microsoft Simon Hayes interrogato a proposito di una nuova, e piuttosto controversa politica di licenza. I clienti potranno decidere entro il 28 febbraio 2002 e non fino al prossimo primo ottobre, come Microsoft aveva stabilito all'inizio dell'anno con la formula di “Software Assurance”. I contratti di Software Assurance impegnano il cliente ad acquistare gli upgrade ai sistemi operativi e alle applicazioni su base periodica e in cambio di un sostanzioso sconto, non quando decide il cliente stesso. Nel complesso, il nuovo piano riduce i costi di upgrade per chi aggiorna frequentemente ma costringe coloro che lo fanno meno spesso a pagare di più. Una indagine effettuata da Gartner stima che con l'introduzione di questa nuova formula di licenza Microsoft, una media impresa che sostituisce una vecchia versione mediamente ogni tre anni paga un sovrapprezzo dal 33 al 77% in più. Rimandare gli upgrade a una volta ogni quattro anni fa lievitare i costi fino al 107% in più. Uno dei requisiti per accedere alla formula di Sotware Assurance è quello di utilizzare la versione di un prodotto immediatamente precedente a quella per cui si chiede l'upgrade. Per gli utenti di Office si tratta dell'ultimo Office Xp.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here