Skype compra GroupMe per fare messaging di gruppo

Operazione da 85 milioni di dollari per continuare la corsa verso il miliardo di utenti.

In attesa del completamento dell'operazione da 8,5 miliardi di dollari che la porterà, entro la fine dell'anno, sotto l'ombrello Microsoft, Skype arrichisce il proprio portafoglio tecnologico con l'acquizione di GroupMe, start-up specializzata in servizi di messaging testuale.

Secondo fonti statunitensi la piccola società niuiorchese (ci lavorano 20 persone) fondata da Jared Hecht e Steve Martocci e che è sul mercato da appena un anno verrebbe pagata 85 milioni di dollari.

Se valga un centesimo di tutta Skype è presto per dirlo, fatto sta che è ritenuta portatrice di tecnologia interessante, se si considera che nel giro di pochi mesi ha raccolto un paio di finanziamenti da parte di venture capitalist: dapprima uno da 850mila dollari e a inizio anno una seconda iniezione da 10,6 milioni di dollari.

In estrema sintesi la tecnologia GroupMe consente di creare alla bisogna gruppi di utenti telefonici con cui comunicare per via testuale e instaurare teleconferenze in modo gratuito.

Anche se non ci sono conferme ufficiali circa l'importo dell'operazione, il ceo di Skype, Tom Bates, ha dichiarato che i colloqui per la sua realizzazione sono iniziati mesi fa, praticamente all'epoca della trattativa con Microsoft.

Sempre per Bates, che punta a fare di Skype una realtà da un miliardo di utenti, GroupMe dovrebbe rimanere un brand a se stante.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here