Sky On Demand mette Internet al centro della Tv

Il nuovo servizio sfrutta il downloading progressivo permesso dal decoder MySky HD per consentire una visione fluida dei programmi, indipendentemente dalla velocità della propria connessione. Al via, oltre 1.200 i contenuti disponibili.

E'
partito il 1° luglio Sky On Demand, un servizio che consente di ricevere
direttamente da Internet i contenuti video, permettendo di avere una reale
fruizione su richiesta di film, serie tv, documentari, programmi per bambini e
sport.

L'idea
alla base del nuovo servizio, che è disponibile in anteprima gratuitamente per
chi è cliente Sky da almeno un anno (e dispone di un decoder MySky HD), è di
apportare una sostanziale modifica alla modalità di accesso ai contenuti,
lasciando allo spettatore libertà di scegliere cosa vedere e quando, eliminando
così i vincoli di orario e di palinsensto.

Sicuramente
un passo importante, che porta la Tv su Internet e che fa diventare la rete
l'elemento essenziale del servizio. In questo senso, per non rendere l'esperienza
visiva frustrante a causa di rallentamenti, blocchi o ritardi, Sky non ha
scelto la via dello streaming ma del progressive downloading.

In
pratica, ciò significa che il decoder MySky HD valuta autonomamente la velocità
della connessione (che ovviamente deve essere braodband) e inizia a scaricare sul
suo hard disk il contenuto video. Solo quando ritiene di aver raggiunto una
percentuale di download sufficiente a consentire una visione fluida, il decoder
permetterà di “mandare in play” tale contenuto, che rimarrà a disposizione
dell'utente per essere eventualmente rivisto. L'obiettivo di puntare sul
progressive downloading è di garantire una visione ottimale indipendentemente
dalla velocità di connessione.

Nelle
prime veloci prove che abbiamo effettuato, la visione dei contenuti scaricati è
iniziata dopo un paio di minuti, quindi un'attesa decisamente “sopportabile”.
Va però sottolineato che in questa prima fase i video scaricati sono solo
definizione standard. L'HD arriverà in un secondo tempo. Da rimarcare che i programmi da scaricare sono legati
ai pacchetti compresi nel proprio abbonamento.

Attualmente,
Sky On Demand vede la presenza di oltre 1.200 titoli differenti, che
arriveranno a 2.000 entro Natale. La società precisa che l'aggiornamento dei
contenuti avverrà senza soluzione di continuità. La società precisa che particolare
risalto sarà dato all'offerta “Cinema”, sia in relazione alla produzione
cinematografica recente ma anche con una selezione di scelta di classici ed
evergreen.

Ai
film si uniranno i talent show più famosi e le ultime puntate delle serie tv di
maggior successo e delle produzioni originali Sky.

Dal
1° di novembre il servizio verrà esteso a tutti gli abbonati dotati di decoder
MySky HD, i quali, sottolinea l'azienda, sono già circa il 50% del totale, che
ammonta a 4 milioni e 940 mila sottoscrizioni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here