Si rafforza l’impegno di Sun verso le piattaforme Intel

Sun ha deciso di attaccare a fondo Sco, a tutt’oggi leader del Unix su piattaforme Intel. Ne è una riprova la decisione di creare due nuovi centr i di competenza che si occuperanno di supportare i produttori di software che vorranno portare le p …

Sun ha deciso di attaccare a fondo Sco, a tutt'oggi leader del Unix su
piattaforme Intel. Ne è una riprova la decisione di creare due nuovi centr
i
di competenza che si occuperanno di supportare i produttori di software che
vorranno portare le proprie applicazioni Solaris sotto Intel.
Una versione ad hoc del sistema operativo esiste da quasi sei anni, ma non
ha mai "sfondato" sul mercato, anche per la scarsa spinta che lo stesso
costruttore vi ha posto. Ora però le cose sembrano destinate a cambiare,
come dimostra anche il conclamato impegno per il passaggio a Merced e il
gruppo di partner (Sni, Ncr e Fujitsu) raccolto attorno al progetto. Non è
scevra dai rinnovati propositi bellicosi l'intenzione di contrastare
Windows Nt in un mercato ancora da costituire, come quello su Merced. La
versione 5.0, infatti, uscirà inizialmente soltanto a 32 bit.
Non c'è dubbio, comunque, che il primo bersaglio di Sun è Sco, che oggi,
con OpenServer e UnixWare, detiene fra il 70 e l'80% del mercato
Unix-Intel. La "sottrazione" di partner come Sni e Fujitsu sono i primi
segni di uno scontro destinato a inasprirsi in futuro. Oggi, delle circa
12mila applicazioni esistenti sotto Solaris, circa 3mila sono disponibili
per piattaforme Intel.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here