Si possono cancellare le cartelle $NtUninstall?

Utilizzo Windows XP Pro SP3. La cartella Windows contiene circa 1 Gigabyte di sottocartelle con nome $NtUninstall* la cui funzione è ovvia. In vista di una reinstallazione del sistema operativo, vorrei sapere se posso cancellare quell

Utilizzo Windows XP Pro SP3. La cartella Windows contiene circa 1 Gigabyte di sottocartelle con nome $NtUninstall* la cui funzione è ovvia.
In vista di una reinstallazione del sistema operativo, vorrei sapere se posso cancellare quell’enorme massa di file che io non utilizzo direttamente, oppure se Windows usa quei file per tener traccia di ciò che è stato installato nel sistema. 

Le cartelle di tipo $NtUninstallXXXXX$ della directory principale Windows  contengono informazioni di installazione e disinstallazione per le hotfix, i service pack, funzionalità opzionali e i security updates di Microsoft.

La patch specifica a cui si riferisce ciascuna cartella è immediatamente identificabile dal suffisso KBXXXXX, e volendo è possibile ispezionare la Knowledge Base del sito Microsoft per sapere tutto di ogni patch installata semplicemente identificando le cifre che seguono il prefisso KB e appendendole in coda a questa URL:
http://support.microsoft.com/?kbidhttp://support.microsoft.com/?kbid=

Se le patch installate hanno avuto successo e il sistema è stabile, questi file possono anche essere rimossi (anche se consiglieremmo piuttosto di salvare su un CD un backup delle cartelle eliminate, per ogni evenienza). Evitare invece assolutamente di cancellare la cartella speciale $hf_mig$.

Da segnalare comunque che cancellando da disco queste cartelle si porta Windows in uno stato “ibrido” in cui il Registro di sistema dice che sono state installate determinate patch (ricordando anche l’esistenza della procedura di disinstallazione), ma questo stato non trova più riscontro sul file system.

Così, qualora si voglia successivamente disinstallare da Pannello di Controllo/Installazione Applicazioni uno dei package coinvolti nel “repulisti”, si otterrebbe un messaggio d’errore. Procedere quindi al ripristino dei file interessati recuperandoli dal backup.

Da ultimo occorre notare che abitualmente queste cartelle vengono automaticamente compresse dal sistema per risparmiare spazio. Se sono compresse il loro nome appare in blu anziché in nero nella finestra di Esplora Risorse. Se non sono ancora compresse, e si preferisce tenerle in linea anziché spostarle su un disco ottico rimovibile, basterà selezionarle, poi richiamare il menu contestuale con il tasto destro del mouse, selezionare Proprietà e Avanzate e spuntare la casella Comprimi contenuto per risparmiare spazio su disco. Il guadagno di spazio, se tutto va bene, dovrebbe essere del 50% circa, ma col vantaggio che la disinstallazione rimane possibile senza ulteriori “formalità”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here