Si formalizza l’alleanza Sap-Commerce One

Confermando le indiscrezioni di qualche settimana fa, il leader dell’Erp prosegue nella propria strategia di apertura, in questo caso con l’obiettivo di realizzare una suite marketplace contenente l’offerta di entrambe le aziende. Previsto anche un invest

Il mondo dell'e-business, in particolare del commercio elettronico,
fornisce stimoli ai quali non si può non rispondere. E farlo in
proprio può essere rischioso, in questa congiuntura frenetica. Sap ha
così confermato le
x-link
indiscrezioni; 003; A; 23-05-2000
x-fine-link
già emerse qualche settimana fa e si è alleata con il fornitore di
soluzioni di commercio elettronico Commerce One, investendovi anche
una somma di 250 milioni di dollari. Scopo primario dell'intesa è la
realizzazione comune di una suite per il marketplace elettronico,
nella quale confluiscano da un lato le tecnologie di Erp, Supply
chain management, Crm e business intelligence di Sap e dall'altro i
prodotti content management, cataloghi e aste elettroniche di
Commerce One. Il risultato sarà proposto da entrambe per la creazione
e la messa in operare di portali dedicati al commercio sulla Rete. Il
Ceo di Sap, Hasso Plattner, ha tenuto a sottolineare come
quest'alleanza non preluda ad alcuna dismissione di progetti di
sviluppo in corso, né che vi possano essere sovrapposizioni, nemmeno
in futuro.
Non c'è stata alcuna acquisizione, come pure era sembrato qualche
tempo fa (ma Plattner è sempre stato contrario a questa politica).
Tuttavia, l'investimento da 250 milioni di dollari nel capitale di
Commerce One non è da poco e a ciò si aggiunge l'accordo di dividere
le royalty derivanti dal nuovo prodotto comune su una base di tre
anni.
La suite di marketplace includerà anche un sistema per
l'e-procurement, basato sulle richieste del cliente. Si tratterà di
un prodotto basato su Xml, che offrirà integrazione aperta con altre
applicazioni di business. Dovrebbero già esistere alcuni prototipi
della nuova suite, ma non è stata comunicata una data di
disponibilità. Di certo, si sa che l'accordo non è esclusivo e,
dunque, non esclude per entrambe le parti accordi con aziende
concorrenti.
Sempre nella rinnovata ottica delle partnership, si inserisce
l'accordo che Sap ha stretto con Hewlett-Packard per lo sviluppo di
una soluzione di output management e rilascio delle informazioni per
i propri clienti. La mossa allarga una collaborazione in essere da un
decennio. La disponibilità del prodotto è attesa per il terzo
trimestre di quest'anno e avrà il marchio Hp, pur essendo
espressamente proposta per gli utenti R/3.
L'output management descrive il modo in cui un'applicazione gestisce
l'uscita dei dati, ivi incluse operazioni come l'invio di
informazioni a una stampante o a un fax, così come la pubblicazione
su pagine Web. Si tratta di un aspetto giudicato debole nella suite
Erp di Sap, che ha un numero relativamente limitato di report
predefiniti e vie per raccogliere, elaborare ed esporre i dati.
L'ingrediente-chiave per il miglioramento atteso deriva
dall'acquisizione di Dazel, che Hp ha portato a termine lo scorso
anno. Il prodotto omonimo può acquisire input da differenti fonti,
cercare all'interno i contenuti richiesti dall'utente e spedirli
sempre nella forma desiderata.
Gli sviluppi comuni delle due aziende si focalizzeranno in quattro
aree, ovvero la distribuzione degli output, lo spooling, il rilascio
di informazione Web-based e i form elettronici. é previsto il
supporto di mySap.com.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here