Sempre più “bussola” il ruolo di Compass Distribution

Con l’ingresso delle soluzioni wireless broadband di Cambium Networks si conferma il percorso iniziato dal distributore piemontese a gennaio con la nuova denominazione e il focus su attività commerciali e di supporto agli installatori.

Attenta a proporre soluzioni wireless broadband tecnologicamente affidabili e integrate con la propria offerta, Compass Distribution ha annunciato in questi giorni la commercializzazione sul mercato italiano delle soluzioni Cambium Networks.

Ulteriore conferma della bontà di un business costruito sulle competenze e sulla capillarità del distributore di Venaria (To) Agencavi Networking di cui, da inizio anno, Compass ha assorbito l'esperienza proponendosi sul mercato italiano con «il nome commerciale della nuova azienda», così come affermato da Enrico Chindamo (nella foto), già responsabile dell'attività di marketing e comunicazione all'interno della precedente compagine.

Ora, a sette mesi di distanza la struttura che era di Agencavi è stata raddoppiata in reparti strategici come marketing, forza commerciale, acquisti e amministrazione portando a quasi 70 i 40 dipendenti impiegati in precedenza.

Il tutto «anche grazie alla realtà operante nel mercato della videosorveglianza che è confluita insieme ad Agencavi nel progetto Compass Distribution - ci spiega Chindamo - arricchendo il business della distribuzione di prodotti per cablaggio strutturato, telecomunicazioni e videosorveglianza con una forza commerciale e una parte marketing di un gruppo molto più esteso e con una presenza anche negli Stati Uniti di nome Compass Tech».

Da qui un tandem costituito da una realtà distributiva focalizzata in ambito networking e una forza vendita che ha la sicurezza a 360° come suo core business.

Strutturata in quattro business unit specializzate nelle aree networking, security, energy e telecom (quest'ultima creata ex novo con personale dedicato a inizio anno - ndr), la “nuova” realtà promette di rispondere appieno alle esigenze della già citata Cambium Networks , fornitore di soluzioni wireless broadband, in cerca di un forte impulso allo sviluppo di un canale per l'Italia.

Lo stesso che, pescando dai clienti di Compass, potrà contare su system integrator, carrier, rivenditori e installatori, nonché su oltre 5 mila mq di magazzino e sette filiali con cash & carry dislocate a Torino, Milano, Faenza, Roma, Prato, Vicenza e Napoli di cui già beneficiano, tra gli altri, brand del calibro di Axis Communications, Allied Telesis e Cisco, ma anche Samsung Techwin, un contratto, quest'ultimo, siglato con la nuova compagine già alla fine di gennaio.

Ma mentre il fatturato del Gruppo - «intorno ai 20 milioni di euro nel 2011» -  si conferma fortemente supportato dalla parte networking, come già avveniva ai tempi di Agencavi, la divisione Compass di Energy ha riportato una netta sofferenza «a seguito della chiusura dei rubinetti costituiti dagli incentivi al fotovoltaico decisi dal Governo alla fine del 2010 e che hanno prodotto una netta riduzione dei prezzi e una chiusura da parte delle banche dei crediti concessi a imprenditori e aziende».

Ancora una volta, contro la crisi di mercato, per i grandi e medi installatori il punto di forza si conferma la possibilità di confrontarsi con personale dedicato e un custormer service focalizzato su networking e security mentre non mancano corsi di formazione e attività marketing che Compass Distribution promette di gestire per i principali vendor.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here