Rsa amplia il Single Sign on

Entro la fine dell’anno la società estenderà all’ambiente mainframe il proprio prodotto di autenticazione Web, ClearTrust.

11 luglio 2003

Abilitare gli utenti all’accesso ai dati memorizzati su sistemi legaci senza la necessità di una ri-autenticazione. Questo è l’intento principale della nuova estensione annunciata da Rsa Security per il proprio prodotto per il single sign-on su Web ClearTrust, che entro la fine dell’anno diverrà operativo anche in ambiente mainframe.


Tale iniziativa rappresenta dunque un rilevante cambio di rotta per l’azienda, decisa ad estendere i propri interessi dal settore delle soluzioni di sicurezza focalizzate principalmente su client e utenti finali.


La connessione fra mainframe e applicazioni front-end sarà gestita dal ClearTrust Mainframe Data Adapter (Mda), che permette agli utenti di accedere ai datastore del mainframe ed è in grado di applicare e rafforzare le regole per l’utilizzo dei dati.


Questo permette dunque un accesso diretto alle informazioni, eliminando la necessità di creare database secondari.


L’azienda del Massachusetts sta inoltre sviluppando un agente per l’http Server di Ibm sul sistema operativo Os/390; tale agente offrirà agli utenti l’accesso diretto alle applicazioni mainframe Web-based attraverso single sign-on, e potrà inoltre gestire tale operazione insieme all’accesso ad applicazioni web non-mainframe.


La terza componente dell’estensione di ClearTrust consiste nell’utilizzo della tecnologia WebConnect dell’azienda OpenConnect Systems, per consentire ai cyberutenti l’accesso ad applicazioni non basate su Web.


Rsa sta pianificando l’inizio della distribuzione di Mda per Racf di Ibm e Acf2 e TopSecret di Computer Associates entro il terzo trimestre 2003, mentre sono già disponibili l’agente per Os/390 e la soluzione OpenConnect.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here