Rockwell cita in giudizio Bay Networks

Rocwell Semiconductor ha citato in giudizio Bay Networks, accusandola di aver violato il contratto di licenza per l’utilizzo della propria tecnologia K56Flex. Il prodotto "incriminato", in particolare, è il concentratore Remote Access

Rocwell Semiconductor ha citato in giudizio Bay Networks, accusandola di
aver violato il contratto di licenza per l'utilizzo della propria
tecnologia K56Flex. Il prodotto "incriminato", in particolare, è il
concentratore Remote Access 8000, che supporta tanto la tecnologia modem a
56 Kbps Rockwell quanto l'antagonista x2, di 3Com-Us Robotics.
Secondo il contratto di licenza di Rockwell, non sarebbe ammessa la
possibilità di supportare altre tecnologie proprietarie a 56 Kbps.
L'accusa, pertanto, parla di rottura di contratto e competizione scorretta.
Al momento del lancio del modello 8000, in agosto, Bay Networks ammise che
tecnicamente era possibile far girare entrambe le tecnologie
simultaneamente, ma ciò sarebbe stato vietato agli utenti, proprio iun
funzione dei contratti stipulati con Rockwell e 3Com. La richiesta al
giudice è di vietare la vendita e la pubblicità su prodotti che possano
supportare tecnologie differenti.
L'episodio si inscrive in un più controverso stato di "guerra" fra i due
contendenti in materia di modem ad alta velocità. Uno standard che possa
combinare K56Flex e x2 è allo studio, ma hja già subito ritardi, sarà
probabilmente appesantito da problemi come quello appena sorto e, comunque,
non è previsto prima della fine del prossimo anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here