Rischio di cortocircuiti con la motherboard?

Mi sono stati regalati componenti non di ultima generazione e mi è venuta la tentazione di assemblare un PC. Ma mi sono arenato subito. Nel telaio che ho sottomano mi aspettavo di trovare dei distanziatori per la motherboard ed invece ne ho trovato uno …

Mi sono stati regalati componenti non di ultima generazione e mi è
venuta la tentazione di assemblare un PC. Ma mi sono arenato subito. Nel telaio
che ho sottomano mi aspettavo di trovare dei distanziatori per la motherboard
ed invece ne ho trovato uno solo mentre sul telaio vi sono delle “gobbe”
su cui avvitare la stessa. È vero che la motherboard resta sollevata dal
telaio ma con le viti non vi è rischio di cortocircuiti? In sostanza basta
avvitare la motherboard senza problemi od occorre comunque isolare le viti con
rondelle isolanti?

Da qualche anno le schede madri hanno l'area circostante i fori per le
viti libera e di discrete dimensioni per evitare i problemi di corto circuito
dovuti alle piste che toccano il metallo del telaio.

Nelle vecchie schede madri invece le piste dei circuiti sono molto vicine
ai fori e quando si stringevano le viti le piste andavano a toccare i distanziatori.

L'unica cosa che possiamo consigliare è di osservare le dimensioni
dell'area libera intorno fori e confrontarla con quella delle gobbe per
determinare se sia necessario o no interporre delle rondelle isolanti.

Nel dubbio meglio metterle, la loro presenza non causa inconvenienti a parte
richiedere qualche minuto in più nell'installazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here