Rapporto Oecd: gli italiani lavorano molto più dei tedeschi, ma producono meno

Da un’analisi dell’Organisation for Economic Cooperation and Development emerge che in Europa sono i greci quelli che lavorano più. Noi siamo sesti nella classifica per ore lavorate procapite, con 1.778 l’anno, ma come produzione non teniamo il passo della Germania, dove le ore lavorate sono 1.408.

Risulta da una
statistica dell'Oecd (Organisation for Economic Cooperation and Development)

sulle ore di impiego dei lavoratori basata su dati 2010.

Due anni fa in Grecia le ore medie di impego annuale erano 2.017. Dopo gli
ellenici nella speciale classifica dei più impiegati, prendendo in
considerazione i Paesi Ue, ci sono i magiari, i polacchi, gli estoni, i cechi e
infine veniamo noi.

Nella classifica inversa, ossia dei Paesi in cui si lavora annualmente di meno al primo posto c'è l'Olanda, poi la Germania,
Norvegia, Francia, Danimarca, Irlanda e Belgio.

Comparati e associati ad altri elementi, come il prodotto interno lordo, i due
ranking consentono di derivare anche l'indice di produttività, che vede Lussemburgo e Norvegia primeggiare, seguite da Irlanda,
Belgio, Olanda, Francia e Germania.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here