Presto l’Ok alla fusione tra Gte e Bell Atlantic

Sembra ormai prossima la decisione finale da parte delle autorità americane sul progetto di fusione tra Bell Atlantic e Gte dopo che quest’ultima ha ampiamente rivisto il metodo scelto per la scorporazione delle attività della sua divisio …

Sembra ormai prossima la decisione finale da parte delle autorità
americane sul progetto di fusione tra Bell Atlantic e Gte dopo che
quest'ultima ha ampiamente rivisto il metodo scelto per la
scorporazione delle attività della sua divisione Genuinity. Nel piano
presentato la scorsa settimana sul tavolo dell'autorità per le
telecomunicazioni (la Fcc), Gte ha per la prima volta avanzato
l'ipotesi di uno spin-off condizionato al versamento di pesanti
penali in caso di tentativo di riappropriamento delle attività di
Genuinity. Le due aziende confidano che la Federal communications
commission sia ora disposta a dare il benestare a un merger che ha
già subito forti ritardi. Nella proposta avanzata in precedenza di
fronte alla stessa authority, Gte e Bell Atlantic avevano fissato una
sorta di opzione che avrebbe consentito di riprendere il controllo di
Genuinity una volta che l'azienda nata dalla fusione avesse ottenuto
la licenza di operatore long-distance, rifiutandosi di optare per la
decisione più radicale e corretta: la quotazione in Borsa e quindi la
totale indipendenza di Genuinity (salvo un suo successivo riacquisto
ai prezzi dettati dal mercato). Il piano proposto ora non va
propriamente in questa direzione, ma dimostra che i due "promessi
sposi" riconoscono la possibilità che Genuinity subisca un forte
apprezzamento e sono disposti a sopportarne le conseguenze in uno
scenario di maggiore equità.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here