Prende corpo il primo trattato europeo contro il cybercrime

Nata per rispondere all’aumento esponenziale dell’utilizzo di Internet da parte dei criminali, la convenzione è aperta a qualunque Paese voglia sottoscriverla.

Tutte e 43 le nazioni che fanno parte del Consiglio
d'Europa hanno sottoscritto una convezione sul cybercrime. Si tratta del primo
trattato internazionale contro i crimini perpetuati su Internet, frode
e pornografia minorile in testa. In esso sono inoltre contenute una serie
di procedure che gli organi competenti potranno adottare per
effettuare ricerche al computer, intercettare e-mail ed estradare criminali
sospetti. Stati Uniti, Giappone e Canada sono stati invitati ad adottare la
convenzione, che rimane comunque aperta alla sottoscrizione di qualsiasi Paese
al mondo che scelga di adottarla.
Non a caso, la formulazione del trattato
giunge in seguito all'aumento esponenziale dell'utilizzo della Rete da parte dei
criminali, soprattutto dopo gli attacchi terroristici che hanno colpito gli
Stati Uniti lo scorso 11 settembre.


 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here