Pentium 4 e Ddr: Sis insedia Intel, mentre Via fa da outsider

Si scatena la bagarre per definire quale sarà il chipset che decreterà l’annunciato successo dell’accoppiata P4-Double Data Rate Ram. In palio ci sono diversi miliardi di dollari

Legend Qdi ha presentato una scheda madre, la P2d-A, con a bordo il chipset
845-D, che consente di utilizzare il processore Pentium 4 assieme alla memoria
Ddr. Tale motherboard dovrebbe essere in commercio dal prossimo mese a un prezzo
attorno ai 140 dollari.


In modo indiretto, la società ha di fatto confermato la disponibilità per
dicembre del nuovo chipset, che anticipa in questo modo il suo arrivo sul
mercato di alcuni mesi rispetto alla data prevista in origine. E questo è un
fatto salutato da tutti in modo positivo: per vedere finalmente decollare le
vendite del Pentium 4 si attendeva infatti la possibilità di usare il processore
con un tipo di memoria più economico della Rdram, ma che non ne facesse
rimpiangere le prestazioni. In pratica, il chipset 845, che supporta la Sdram,
non aveva soddisfatto né gli utenti né i produttori di motherboard perché aveva
rallentato eccessivamente le performance del processore. Si aspettava perciò
solo il benestare da parte di Intel di poter associare il Pentium 4 con la Ram
Ddr. E dal prossimo mese sarà finalmente possibile.


Tuttavia, il colosso dei microprocessori si trova già ad avere un antagonista
molto agguerrito. Sis ha infatti reso noto che entro la fine del mese metterà in
commercio almeno 500.000 pezzi del suo chipset Sis645 (il 50% in più del
previsto) il quale consente anch'esso di usare il Pentium 4 in congiunzione sia
con la memoria Ddr che con la Sdram. Ma non solo. Sis ha anche affermato che
entro la fine dell'anno i chipset rilasciati sfioreranno il milione. In più, è
in arrivo anche il chipset 650, che, oltre a consentire l'impiego della Ram Ddr
con il Pentium 4, integra il chip grafico Sis315.


In un certo qual senso, Sis parte avvantaggiata
perché, tramite Ecs (ma a breve dovrebbero seguire tutti maggiori produttori di motherboard), dovrebbe essere il primo costruttore a vedere entro la fine del mese
in commercio una scheda madre in cui un proprio chipset governa
Pentium 4 e Ram Ddr. In più, i propri prodotti sono
più economici dell'845-D: si parla infatti di 20 dollari
per il 645 e di 30 per il 650 conto i 42 del
chipset Intel.


A contrastare l'845-D ci potrebbe poi essere anche Via, che da tempo ha
disponibile un chipset capace di supportare le Ddr, ma la cui
commercializzazione è praticamente stata bloccata dall'accusa formale di Intel
di avere utilizzato in modo improprio le specifiche del Front side bus del
Pentium 4.


È evidente che la battaglia sul fronte chipset si giochi sul terreno del
supporto di Pentium 4 e Ddr. I contendenti sembrano essere diversi, ma per gli
ordinativi relativi alle nuove motherboard i vendor di pc hanno aspettato gli
annunci di Intel al Comdex.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here