Pc: un primo quarter a due cifre

+24% il primo trimestre dell’anno secondo Idc. parte il mercato di sostituzione e i Paesi emergenti scelgono i desktop.

I segnali di rirpesa sul mercato pc sembrano riconfermarsi anche nel primo trimestre di questo 2010.
Secondo i dati pubblicati nella giornata di ieri da Idc, nei primi tre mesi dell'anno le crescite si sono infatti attestate su un +24%, pari a 79,1 milioni di unità, superando di gran lunga il +15% registrato a fine 2009.
Si tratta di un risultato importante, non solo perché registrato in un trimestre considerato non particolarmente forte, quale tradizionalmente risulta essere il primo quarter se comparato a quello di chiusura d'anno, ma soprattutto perché deve controbilanciare l'esito complessivo di un 2009 difficile, chiuso con un calo del 7% nelle vendite.

Le crescite si sarebbero registrate in modalità cross su tutte le linee di prodotto, desktop inclusi. E questo rappresenta secondo Idc un altro risultato interessante, dopo una serie di trimestri negativi per il comparto desktop, ininterrotti dal terzo trimestre del 2008. La domanda, in questo caso, sembra svilupparsi soprattutto sui mercati emergenti, quali quello cinese o indiano. In ogni caso, i desktop mettono a segno un +7%, laddove i laptop mettono a segno un +39% complessivo.

La domanda sembra essersi sviluppata su tutta la catena della filiera, pur restando alto il commitment del mercato consumer.
Tra i driver, sicuramente va rimarcato il fenomeno di migrazione da Windows Xp o Vista a Seven.
In questo caso, importante è evidenziare l'avvio del mercato di sostituzione nelle imprese, ormai dotate di parchi obsoleti.

Per quanto riguarda la classifica dei fornitori, il primo posto a livello mondiale spetta ad Hp, con una share del 19,7%, seguita da Acer al 13,6%, Dell al 13,3%, Lenovo all'8,8% e Toshiba al 5,8%.

Apple riesce a raggiungere il 6,4% del mercato statunitense, ma non entra nella top five a livello mondiale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here