Parte da Sun One un nuovo programma per gli sviluppatori

Sun Microsystems ha lanciato il Wireless Developer Connection Program (Wdcp), per dare agli sviluppatori nuovi strumenti e servizi per programmare in Java su dispositivi portatili come Pda e telefoni cellulari. Presentata anche la strategia One, basata su J2EE

Alla JavaOne Conference, che si sta tenendo a San Francisco in questi giorni, Sun Microsystems ha lanciato il Wireless Developer Connection Program (Wdcp), per dare agli sviluppatori nuovi strumenti e servizi per programmare in Java su dispositivi portatili di piccole dimensioni, come Pda e telefoni cellulari. Il Wdpc si basa sulle specifiche J2ME (Java 2 Micro Edition) ed è supportato, oltre che da Sun, anche da Motorola, Nextel, OpenWave, Nokia, Siemens, Vodafone e Symbian.

Dopo la strategia .Net di Microsoft, piuttosto criticata dal presidente di Sun, Ed Zander, Sun ha sfoderato la sua One, basata su Java 2 Enterprise Edition (J2EE) e ideata per la creazione e lo sviluppo di servizi intelligenti via Web. E proprio la maggior portabilità e indipendenza della piattaforma e la sua "apertura" a soluzioni di terzi (la piattaforma di Sun conta oggi oltre 2,5 milioni di sviluppatori in tutto il mondo e l'obiettivo è arrivare a 4 milioni nel 2003), dovrebbe rappresentare il vantaggio di One su .Net.


Intanto, Sony ha già annunciato che includerà la tecnologia J2Me nella PlayStation 2 e Nokia ha detto che a partire dal 2002 negli Stati Uniti sarà disponibile una vasta gamma di propri dispositivi basati su Java. Nella prima metà del prossimo anno sarà disponibile il Nokia Communicator 9290, la Java-version del dispositivo multimediale della casa finlandese.


Al di là della JavaOne Conference, i risultati finanziari dell'ultimo quarter di Sun non saranno proprio positivi. Il Q4 dovrebbe chiudersi con un fatturato compreso fra i 3,8 miliardi e i 4 miliardi di dollari, contro i 4,1 miliardi riportati nel quarter precedente, a sua volta in calo del 2 per cento. Per l'ultimo trimestre gli analisti avevano previsto un fatturato di 4,4 miliardi di dollari. Alla fine, i ricavi rispetto al Q4 dello scorso anno dovrebbe scendere del 20-24 per cento. Il fatturato 2001 dovrebbe comunque attestarsi tra i 18 e i 18,3 miliardi di dollari, in crescita di circa il 15% rispetto al 2000.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here