Parole d’ordine, supply chain e relazioni con il cliente

Una ricerca appena pubblicata dalla società specializzata Amr Research valuta le prospettive di spesa in informatica da parte delle grandi aziende nell’arco dei prossimi cinque anni. Una buona percentuale dei bilanci di investimento in tecnologi …

Una ricerca appena pubblicata dalla società specializzata Amr
Research valuta le prospettive di spesa in informatica da parte delle
grandi aziende nell'arco dei prossimi cinque anni. Una buona
percentuale dei bilanci di investimento in tecnologie verrà
utilizzata, si legge nel rapporto, per l'acquisto di software
selezionato e l'implementazione di progetti mirati allo snellimento
della supply chain e al potenziamento del customer relationship
management. Da qui al 2004 queste due voci di spesa viaggeranno
entrambe su livelli di crescita compresi tra il 35 e il 40% su base
annua, raggiungendo un valore aggregato di non meno di 40 miliardi di
dollari. Sull'altro piatto della bilancia peserà invece un sensibile
rallentamento della spesa rivolta alle soluzioni integrate di
enterprise resource planning, rappresentate da prodotti come Sap R/3.
Gli acquisti di soluzioni Erp, sempre secondo Amr, cresceranno di
appena il 5% all'anno a fronte di una maggiore attenzione da parte
degli utenti nei riguardi dell'integrazione di applicazioni di
e-business altamente specializzate, per esempio nella gestione via
Internet dei partner di canale. Tra il 1995 e il 1998, scrive ancora
Amr, il mercato dell'Erp ha messo a segno percentuali di crescita
annua del 40%, ma oggi sembra aver esaurito la sua spinta.
I dati si riferiscono a un'inchiesta effettuata su un campione di
1.400 sviluppatori e sulle interviste con un migliaio di aziende
utilizzatrici di 13 segmenti verticali. Una delle ragioni del
parziale tramonto dell'Erp è l'attenzione che Internet ha
forzatamente distolto dal back-office delle aziende alle attività più
direttamente legate ai rapporti diretti con la clientela, un'area che
i produttori di soluzioni Erp stanno prendendo in considerazione
dovendo però combattere contro nuovi concorrenti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here