Outlook 2002, la sicurezza è il suo punto forte

Dopo le numerose critiche, nella nuova versione del suo client di posta elettronica Microsoft ha bloccato tutte le possibili vie per la propogazione di virus

In attesa di Office Xp, che sarà nei negozi venerdì prossimo, Microsoft ci
offre un assaggio della sua nuova linea di prodotti svelando alcuni segreti di
Outlook 2002, il client per la messaggistica che sarà disponibile sia come parte
della suite sia all'interno del Service Pack 1 per Exchange Server 2000 (che
verrà rilasciato entro l'estate).
Com'è facile presumere, la parte a cui è
stata prestata più attenzione è quella relativa alla sicurezza: ormai gli
attacchi a Outlook non si contano più e gli ultimi worm (come Homepage e
Mawanella) non sono stati altro che la dimostrazione dell'elevato grado di
vulnerabilità del programma. Non dimentichiamo infatti che i worm vengono creati
con kit reperibili facilmente su Internet e che possono essere usati con
profitto anche da chi non ha poi grande esperienza con i computer.
Gli
sviluppatori di Outlook hanno assicurato che la nuova versione 2002 non
consentirà più agli allegati o ai messaggi stessi di avviare programmi in grado
di permettere la propagazione dei worm tramite l'invio non autorizzato di e-mail
a tutti i nominativi presenti nella rubrica. Anche se, a onor del vero, va
precisato che Microsoft già lo scorso anno aveva rilasciato una patch che
consentiva di evitare l'invio in automatico di messaggi non autorizzati.
Comunque sia, Outlook 2002 offrirà la possibilità di bloccare direttamente
determinati attachment e sarà in grado di avvertire se dei malicious
code
tentano di eseguire alcuni comandi all'interno del software.
Oltre
a offrire la possibilità di usare Word come editor standard per i messaggi, il
nuovo client di posta di Microsoft consentirà di indicizzare in modo più
ordinato le e-mail tramite criteri che permettono di effettuare ricerche sia
tramite la data di invio sia il destinatario. Infine, la possibilità di lavorare
in concomitanza con Msn Messenger consentirà di verificare se le persone a cui
abbiamo inviato della corrispondenza sono reperibili online o meno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here