Oracle si espande nel data mining

Con l’intento di rafforzare il proprio potenziale nel campo della business intelligence e del customer relationship management (Crm), Oracle ha annunciato di aver acquisito la tecnologia di data mining di Thinking Machines. In particolare, il costrutto

Con l'intento di rafforzare il proprio potenziale nel campo della business
intelligence e del customer relationship management (Crm), Oracle ha
annunciato di aver acquisito la tecnologia di data mining di Thinking
Machines. In particolare, il costruttore punterà su Darwin, un software ch
e
sarà integrato nella propria divisione data warehousing. Secondo
indiscrezioni, l'operazione sarebbe costata 4,7 milioni di dollari e
comprende il software, un organico di 33 persone, il marchio, le proprietà
intellettuali e il sito Internet think.com.
Darwin sarà per ora venduto come prodotto separato, ma i piani a medio
termine del costruttore ne prevedono l'integrazione con le suite di
applicativi Crm e di e-business, nonché nel database 8i e nelle
Applications. La tecnologia, sostanzialmente, può essere impiegata da
un'azienda per identificare i clienti più profittevoli o evidenziare gli
indicatori-chiave di business. Darwin è in grado di analizzare grandi
volumi di transazioni, dati demografici e psicografici, per aiutare le
aziende a tracciare accurati profili e target di utenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here