Offshore per 4.700 in Ibm

La società decide di trasferire in estremo Oriente oltre 4.700 posizioni, prevalentemente programmatori in carico alla divisione Global Services

16 dicembre 2003 Ancora outsourcing per Ibm.

India, Cina e altri Paesi dell'Estremo Oriente sarebbero le destinazioni
verso le quali Big Blue avrebbe deciso di spostare oltre 4.700
posizioni
.
Si tratta di 4.730 posti di
programmatore in carico alla divisione Global
Services
, che vanno a sostituire altrettante posizioni distribuite
nelle varie sedi statunitensi.
Secondo quanto si legge sulla stampa
statunitense, entro i primi sei mesi del prossimo anno, iniziando dalla fine di
gennaio, una prima tranche di circa un migliaio di dipendenti verrà informata
del trasferimento della posizione offshore. Nei successivi 60 giorni, i
dipendenti interessati dal provvedimento dovranno formare il loro sostituto in
Estremo Oriente e, soprattutto, trovarsi una nuova posizione all'interno di Ibm.

I restanti 3.700 dipendenti le cui attività andranno offshore sono ancora in
fase di identificazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here