Moratoria debiti, a quota 13,7 miliardi per 40mila Pmi

Stretta di manoRate sospese e allungamento di finanziamenti a 40.295 Pmi per 13,7 miliardi di debito residuo. Sono questi i numeri dell’iniziativa ‘Accordo per il credito 2013’ resi noti dall’ABI a seguito dell’ultimo monitoraggio, in un momento in cui emergono alcuni segnali positivi nel mercato del credito, con un aumento dello 0,2% su base annua, delle nuove erogazioni alle piccole imprese nei primi 10 mesi del 2014.

Complessivamente, tra ottobre 2013 e ottobre 2014, sono state accolte 34.684 domande di sospensione del pagamento delle rate per un controvalore complessivo di debito residuo pari a 12,1 miliardi di euro e una maggior liquidità a disposizione delle imprese di 1,55 miliardi. A quota 5.611 le operazioni di allungamento dei finanziamenti per un controvalore di 1,6 miliardi.

L’analisi relativa alla distribuzione delle domande di sospensione accolte per attività economica dell’impresa richiedente evidenzia invece che:il 27,2% delle domande è riferito ad imprese del settore commercio e alberghiero, il 15,4% a quello dell’industria, il 18,7% riguarda l’edilizia e opere pubbliche, il 7,8% interessa le imprese del settore artigianato, il 5,9% l’agricoltura” e il restante 25% agli “altri servizi”.

Ricordiamo che ‘Accordo per il credito 2013’ è un’iniziativa realizzata da Abi e Alleanza Cooperative Italiane (che riunisce Agci, Confcooperative, Legacoop), Cia, Claai, Coldiretti, Confagricoltura, Confapi, Confedilizia, Confetra, Confindustria, Rete Imprese Italia (che riunisce Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti), per operazioni di sospensione e allungamento dei finanziamenti, e operazioni per promuovere la ripresa e lo sviluppo delle attività.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome