Microsoft ridisegna l’Office per le Pmi

Un nuovo pacchetto, Small Business Basic, indirizzato ad aziende da 5 a 50 postazioni. Prezzo competitivo e apertura verso i servizi cloud.

”L'obiettivo è portare ai piccoli imprenditori strumenti di lavoro a costi accessibili, favorendo nel contempo l'accesso a nuove infrastrutture, finora ad appannaggio delle aziende di più grandi dimensioni”.
Così Fabrizio Albergati, direttore del Gruppo Windows Client & Mobility in Microsoft Italia, spiega il percorso che ha portato alla nascita di Small Business Basic, una nuova declinazione dell'offerta Office indirizzata, per l'appunto, alle realtà di più piccole dimensioni.

”Con questa proposta - prosegue Albergati - portiamo verso i piccoli imprenditori un prodotto nella versione normalmente destinata alle grandi imprese, unendovi l'accesso alla nostra offerta cloud, con la quale tocchiamo il nodo cruciale delle infrastrutture”.

Nella sostanza, Small Business Basic è una configurazione di Office indirizzata a realtà da 5 a 50 postazioni.
Proposta dalla rete distributiva e dai rivenditori di Microsoft, secondo il contratto open licence, include Word, Excel, Outlook con Contact Manager e OneNote (manca PowerPoint). Non c'è prezzo di listino (”Il prezzo lo stabilisce il rivenditore”), ma indicativamente ci si può orientare nell'ordine dei 300 euro per postazione. Sul suo sito Microsoft parla di un 23% in media in meno rispetto al prezzo di Office Standard 2010 e di un 43% in meno rispetto al prezzo di Office Professional Plus 2010.

Soprattutto, ed è questo il punto che Albergati tiene a sottolineare, attraverso Small Business Basic l'azienda ha la possibilità di accedere a Bpos (Business Productivity Online Standard Suite), vale a dire l'insieme dei servizi online per le piccole imprese, che per poche decine di euro di sottoscrizione garantiscono accesso a Exchange Online per email e calendaring, SharePoint Online per i portali e il document sharing, Office Communications Online, soluzione di presenza e instant messaging, e Office Live Meeting per la videoconferenza.

Per promuovere la nuova offerta, Microsoft sta lavorando in forte integrazione con il canale dei partner, affiancandovi inoltre azioni off e online con interlocutori anche istituzionali come le associazioni di imprese.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here