Microsoft inverte la marcia su Windows Millennium Edition

Microsoft ritornerà sui propri passi riguardo a una decisione che avrebbe obbligato molte organizzazioni ad aggiornarsi a Windows 2000 anche se non strettamente necessario: sebbene infatti Windows 2000 sia un sistema operativo migliore i costi d

Microsoft ritornerà sui propri passi riguardo a una decisione che
avrebbe obbligato molte organizzazioni ad aggiornarsi a Windows 2000
anche se non strettamente necessario: sebbene infatti Windows 2000
sia un sistema operativo migliore i costi di passaggio e di licenza
sono piuttosto alti e non tutte le aziende sarebbero pronte ad
affrontarli.
I fatti sono andati all'incirca così: il gigante del software aveva
comunicato di voler rimuovere alcune funzionalità Lan nell'ancora da
sviluppare versione Millennium Edition (Me) del suo sistema operativo
in modo da renderlo meno appetibile per le aziende. Era stata esclusa
ad esempio la possibilità di collegare in rete Windows Me a un file
server Novell o Banyan Systems a meno che un'organizzazione
acquistasse e installasse software aggiuntivo di Novell o di Banyan.
Obiettivo di tutto ciò, l'intenzione del gigante del software di
porre il suo più recente sistema operativo, Windows 2000, come
l'unica possibile alternativa per gli utenti di tipo business.
Queste decisioni hanno però prodotto una serie di proteste da parte
dei clienti e degli analisti, in particolare dei ricercatori di
Gartner che hanno fomentato i clienti di Microsoft a mettere la
società sotto pressione per rimuovere le restrizioni e ripristinare i
protocolli di rete, e pare che l'abbiano avuta vinta, dato che la
società ha modificato i propri piani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here