Microsoft: fatturato in calo

Una trimestrale che segna per la prima volta un calo nel fatturato legato, soprattutto, alle vendite di Windows.

I segni di una ripresa del mercato, per Microsoft, ancora non ci sono. Anzi, secondo la società il mercato pc continua a mostrare quei segnali di debolezza che lo hanno caratterizzato negli ultimi mesi.

Così, a Redmond l'ultimo trimestre dell'esercizio fiscale è anche il primo nel quale le vendite di Windows registrano un calo, spingendo il fatturato a un -17% peggiore rispetto al previsto.

Niente ottimismo, nemmeno d'ordinanza. Ci potrà essere qualche recupero nei prossimi mesi, il fondo probabilmente è stato toccato, ma di ripresa si potrà parlare solo il prossimo anno, a dispetto dell'arrivo di Windows 7, fissato per il prossimo 22 ottobre.

Il quarter, per Microsoft si è dunque chiuso con un un calo del 17% nel fatturato, attestato a 13,1 miliardi di dollari, inferiri ai 14,4 attesi dagli analisti e con utili per 3.045 miliardi, pari a 34 centesimi per azione, anche in questo caso inferiori a 4,2 miliardi, pari a 46 centesimi per azione, del pari periodo del precedente esercizio.

Alla domanda degli analisti, che chiedevano conto e ragione di un calo così significativo del fatturato, la società ha spiegato che le aziende continuano a mantenere massima cautela nella spesa it, preferendo piccoli progetti. Piccoli progetti, che, evidentemente, corrispondono a giri d'affari più contenuti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here