Maxi multa per Telecom Italia

L’Authority per la concorrenza ha condannato la società di telecomunicazioni per aver nuovamente attuato pratiche anticompetitive nella corsa ai servizi Adsl e x-Dsl/Sdh

Ammonta a 115 miliardi di lire la multa inflitta
dall'Antitrust a Telecom Italia.
L'accusa è di aver attuato pratiche
anticompetitive che, di fatto, hanno portato a escludere dal mercato dei servizi
a banda larga eventuali concorrenti.
Secondo l'Autorità Garante della
Concorrenza e del Mercato la società guidata da Roberto Colaninno avrebbe
abusato della propria posizione dominante nei mercati dell'offerta di
connettività su base locale e dei servizi di trasmissione dati e di accesso a
Internet.
Quello lanciato dall'Antitrust è sicuramente un segnale importante:
a essere in gioco è infatti lo sviluppo del sistema Paese e delle imprese che vi
operano. Le stesse che vorrebbero poter competere con le proprie controparti
europee ad armi pari.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome