Lunga vita all’open source

Whitehurst videointervistaQuando si parla di open source, la potenza dell’innovazione guidata dalla comunità è sotto gli occhi di tutti.
Ne è convinto Jim Whitehurst, presidente e Ceo di Red Hat, ancora intenta a festeggiare 51 trimestri consecutivi di crescita, anche grazie all’open source.

Basti pensare, è la riflessione del manager, alla crescita di mercato registrata da OpenStack, che gli analisti di 451 Research prevedono arriverà a valere 1,7 miliardi di dollari entro il 2016, per poi crescere fino a 3,3 miliardi entro il 2018, registrando un aumento di quattro volte rispetto all’inizio del 2014.

Così, secondo Whitehurst, come OpenStack sta emergendo quale tecnologia cloud infrastructure “de facto”, proprio come Linux lo è diventata per il sistema operativo, quella su cui riflettere è la profonda insoddisfazione nei confronti dell’attuale infrastruttura It tradizionale.

Rispetto al passato, continua il manager, sull'open source non aleggiano più interrogativi in merito a sicurezza e affidabilità.
Inizialmente adottato per il suo costo contenuto e per la mancanza di lock in con il fornitore, oggi la pervasività e flessibilità dei sistemi aperti rispetto alle soluzioni proprietarie esistenti, permette di guidare l’innovazione in aree, quali cloud, Big data, mobile e Internet of Thinghs.

Le stesse che stanno determinando, non solo una svolta tecnologica ma anche culturale e di tipo organizzativo.
Oggi, più che mai, afferma Whitehurst, le aziende cercano partner, non vendor per gestire tecnologie che, come Linux container, sostiene ancora il manager, hanno il potenziale di velocizzare lo sviluppo e l’implementazione di applicazioni, così come di facilitare la gestione di un portafoglio applicativo.

Da qui la previsione che, nel 2015, il tasso di adozione e avanzamento di tutte le tecnologie citate continuerà a sorprenderci guidando le organizzazioni It verso un percorso di trasformazione e uno stile It più veloce all’interno del quale l’open source continuerà a stabilire livelli di qualità sempre più elevati.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here