L’Umbria a fianco delle start up innovative

La Regione ha stanziato 1 milione di euro per investimenti in impianti e macchinari, acquisizione di consulenze specialistiche, sviluppo di programmi di innovazione e di internazionalizzazione.

La Regione Umbria concede contributi a favore di imprese start up che
presentano programmi di sviluppo dell'attività aziendale. L’iniziativa è
destinata a realtà costituite in forma di società di capitali che operano per
lo sfruttamento economico di brevetti, spin-off accademici, cioè imprese
costituite e promosse nell'ambito di attività di ricerca generate in ambito
universitario, imprese che si costituiscono per l'industrializzazione di
prodotti e servizi di natura innovativa
anche avendo nella propria compagine
societaria imprese già esistenti.

Il bando regionale coprirà le spese sostenute dalle imprese
comprese fra 30.000 e 500.000 finalizzati
all'effettuazione di investimenti in impianti e macchinari, acquisizione di
consulenze specialistiche
, sviluppo di programmi di innovazione e di
internazionalizzazione
. Il contributo è riconosciuto nella percentuale
del 40% dei costi ammissibili.

L’assegnazione del contributo avverrà secondo l’ordine cronologico di
ricevimento delle domande e della documentazione obbligatoria richiesta, previa
verifica dei requisiti. Le risorse
assegnate sono, in questa prima fase, pari a 1 milione di euro con riserva da
parte della Giunta Regionale dell'Umbria di incrementare la dotazione
finanziaria grazie alla disponibilità dei fondi comunitari del "Por
Fesr", Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo
regionale.

Le domande potranno essere inviate a partire dal 18
febbraio e fino al 31 dicembre 2013
tramite l’indirizzo di posta elettronica
certificata (PEC) dell’impresa richiedente, all’indirizzo: direzionesviluppo.regione@postacert.umbria.it.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here