L’Italia non fa per i notebook Lg

Presentati a marzo, i portatili della casa coreana per ora non si vedranno nei negozi. Novità per gli schermi Lcd "king size"

«Per il momento - a differenza di Spagna e Germania - non
entreremo nel segmento notebook in Italia. C'erano dei progetti in proposito
anche per il nostro Paese, ma la scorsa primavera i vertici dell'azienda in
Corea hanno analizzato i dati relativi al mercato dei pc portatili e hanno deciso
che non era il momento giusto»
. A parlare è Stefano
Beschi
, Isp business unit director di Lg, che rettifica quanto dichiarato
in occasione del Cebit lo scorso marzo, che è stato pubblicato su Computer
Dealer&Var n.139.
Per ora gli ambiti di interesse nel settore It per Lg rimangono i monitor, l'optical
storage e il segmento Usb. A proposito di monitor, arrivano gli M5500C, L4200T
e L3200T, pensati per l'uso in luoghi pubblici. Il primo, da 55 pollici,
è già "attivo" alla Stazione centrale di Milano. Tutti
sono dotati di Tv tuner integrato e di telecomando.
I monitor Flatron Wide display hanno interfacce Cvsb, S-Video e Pc audio con
tre differenti opzioni di connessione audio video. Con questi monitor è
possibile, inoltre, visualizzare contemporaneamente sullo schermo due immagini
provenienti da fonti diverse. La loro risoluzione è pari a 1366x768.
Nessuna novità sul canale: «Lg commercializza per il 70% tramite
distributori come Esprinet e Ingram Micro
- spiega Beschi -. Per il
resto ci affidiamo al retail. Abbiamo contratti diretti con Euronics, Unieuro,
Expert, Media World e Fnac, mentre raggiungiamo anche Carrefour e Auchan, sempre
tramite distributore»
.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here