L’hard disk del Pc si è guastato? Colpa dell’ascensore

Sono molteplici i motivi che possono comportare un picco o un calo di tensione (compreso un circuito non ben isolato di un ascensore) con il rischio di perdere tutti i dati nel computer. Ecco i consigli di Kroll Ontrack per cautelarsi contro eventuali danni.

Anche se non ce ne accorgiamo, in casa, in ufficio o dovunque ci
troviamo a fruire di corrente tramite impianti elettrici quasi tutti i giorni si hanno picchi o cali di tensione. In
pratica, i classici 220 V possono aumentare o diminuire in modo significativo e
improvviso (una testimonianza è il cambiamento repentino della luminosità di una
lampadina). I motivi possono essere i
più svariati
: dal funzionamento non corretto di un elettrodomestico a un
non adeguato isolamento dell’impianto dell’ascensore del palazzo in cui si vive
per arrivare agli effetti del passaggio di un treno nel caso ci si trovi vicino
a una ferrovia.

Ma anche ai sovraccarichi alla rete nelle zone dove c'è una sovrapproduzione di energia ricavata da fonti rinnovabli, come solare ed eolica.

Queste variazioni di tensione, se vanno oltre una tolleranza
prestabilita (il caso peggiore è ovviamente il blackout), possono rappresentare una rilevante minaccia per l’incolumità delle
apparecchiature elettriche ed elettroniche.

A un computer, in particolare un desktop, un sovraccarico di tensione può arrecare danni
consistenti, arrivando a guastare varie componenti. “Un computer può semplicemente arrestarsi, ma, nell’ipotesi peggiore, può
riportare danni all’hardware con una perdita dei dati parziale o totale
- precisa
Paolo Salin, Country Director di Kroll Ontrack
Italia
-.Tali situazioni sono
impossibili da prevedere e spesso gli utenti tendono a sottovalutare le
conseguenze. E’ quindi importante che vengano adottate alcune semplici
precauzioni per proteggere in modo efficace i propri dispositivi dalla perdita
di dati
”.

Come per esempio le seguenti:

- Proteggersi contro sovratensioni e sbalzi di tensione: è sempre bene
spegnere le apparecchiature quando non sono in uso e scollegare il cavo di
alimentazione. Questa semplice precauzione salvaguarda da sbalzi di tensione e
fulmini ed è una pratica da adottare sempre prima di partire per le vacanze.
Inoltre gli utenti domestici e le piccole aziende possono dotarsi di adattatori
o prese multiple con messa a terra – dispositivi semplici e poco costosi
- che aiutano a difendere computer da sbalzi di tensione e blackout che
potrebbero causare una perdita di dati.

- Effettuare periodici backup: il backup assicura che una copia
dei propri dati sia disponibile in caso di un guasto dell’hard disk o se sono
cancellati dati importanti. Questa operazione andrebbe eseguita almeno una
volta mese, ricordandosi sempre di memorizzare i dati su un supporto diverso da
quello originale, mentre le aziende dovrebbero stabilire e applicare una
regolare procedura di backup.

- Utilizzare di dispositivi UPS (Uninterruptible
Power Supply): le aziende con server interni dovrebbero usare un gruppo di
continuità che, se collegato tra il dispositivo e la fonte di alimentazione
elettrica serve a garantire il proseguimento delle attività del sistema al
momento in cui viene interrotta la normale alimentazione elettrica o in caso di
blackout generale, anche grazie a delle batterie ricaricabili di cui è fornito.
Normalmente un gruppo di continuità protegge anche da eventuali picchi o cali
di tensione. Anche gli utenti che operano computer dovrebbero dotarsi di
dispositivi UPS.

- Integrare servizi
di recupero dati nelle politiche di sicurezza
: ci sono situazioni in cui i piani
di emergenza non sono efficaci e non è possibile ripristinare i dati da copie
di backup. Una corretta politica di sicurezza dovrebbe quindi comportare non
solo delle linee guida sul backup o su alimentazioni alternative, ma anche
consigli su cosa fare e a chi rivolgersi quando queste misure non hanno
successo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here