Lait fa i conti con la rete e con gli switch

Attenta a tempi di installazione e costi di esercizio, per le due nuove sedi in zona Eur, la società in house della Regione Lazio, ha scelto gli switch di Extreme.

In linea con la propria mission, ossia individuare per la Regione Lazio, che è il suo azionista, soluzioni giudicate in grado di
assicurare la realizzazione di applicazioni informatiche in linea con
l’evoluzione del mercato Ict, Lait ha optato per l’implementazione di 11 switch
della serie BlackDiamond 8800 di Extreme Networks per realizzare, ex novo, l’infrastruttura Lan di due sedi in zona
Eur.

Resa operativa nel giro di 48 ore,
impiegate per ciascuna delle due strutture dislocate in tre edifici per
1.700 utenti, l’offerta selezionata dalla società in house della Regione Lazio consentirebbe, stando a quanto ufficializzato in una nota da Regino Brachetti, presidente di Lait, "un innalzamento degli
standard qualitativi della rete e una maggiore flessibilità a costi più contenuti,
visto il risparmio di circa il 20% ottenuto in fase di installazione rispetto
al budget previsto
”.

Ma non solo. A pesare sulla scelta sarebbero stati anche il sistema operativo Extreme Xos, che consente di avviare un
modulo o un servizio anche durante l’orario di lavoro degli utenti senza per
questo inficiare sulla continuità delle attività svolte, e la possibilità, in un prossimo
futuro, di utilizzare telefoni VoIp in considerazione del fatto che tutte le
nuove schede sono provviste di PoE.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here