La sicurezza on line parte dalla consapevolezza dei rischi

Molte le iniziative promosse da Symantec per far aumentare la consapevolezza delle aziende e dei cittadini sui rischi presenti nel mondo digitale.

Ogni giorno troviamo sui media notizie relative a eventi di rilievo riguardanti l’ambito della sicurezza informatica e la protezione delle infrastrutture critiche, ovvero quelle reti il cui funzionamento è essenziale per garantire i servizi ai cittadini e alle aziende (per es. le reti per la fornitura dell’energia elettrica, gas, acqua e servizi di telecomunicazioni).

Una delle notizie presenti sui media la scorsa settimana è quella riguardante un’azione congiunta da parte di Symantec e Microsoft messa in atto per contrastare Bamital, una botnet costituita da circa 1 milione di PC infetti. Oltre al ragguardevole numero di PC infetti controllati dal gruppo dei cyber criminali autori di Bamital, quello che ha più sorpreso, è che due aziende private che traggono profitti dalla vendita di prodotti di sicurezza, si siano impegnate per rendere più sicura la vita dei cittadini e delle imprese, eliminando una fonte di attacchi e minacce.

In realtà, Symantec sente in modo molto forte il proprio impegno sociale e, oltre a condurre molte iniziative benefiche per il bene comune, coglie sempre l’occasione per far aumentare la consapevolezza delle aziende e dei cittadini sui rischi presenti nel mondo digitale.

Per questo motivo, Symantec cerca sempre di contrastare le minacce informatiche come ad esempio Bamital, e promuove eventi quali la Cyber Readiness Challenge. La Challenge, organizzata in collaborazione con gli atenei di Milano, Torino e Roma, darà la possibilità agli studenti e ai tecnici delle imprese di quei territori di confrontarsi con le modalità di attacco più evolute, per misurare la propria capacità di difesa e reazione.

Il programma di awareness di Symantec per le aziende comprende tantissime altre iniziative, quali per esempio, le visite al Security Operation Center, il centro di monitoraggio H24 degli eventi di sicurezza che si manifestano in tutto il mondo (miliardi di segnalazioni analizzati ogni minuto grazie all’utilizzo dei più sofisticati sistemi di analisi e correlazioni dei cosiddetti Big Data), oppure la partecipazione a corsi e tutorial presso il Security Incident Response, il centro di analisi dei malware e delle minacce, quello che per l’appunto ha il merito di aver individuato e analizzato i comportamenti malevoli di Bamital.

Marco Bavazzano
Symantec Director Security Strategist Southern Region
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here