La ricerca di Allied Telesyn parla italiano

Molti prodotti del vendor nascono nel laboratorio di Milano, specializzato in Dsl e VoIp. A colloquio con il responsabile, Francesco Salamida.

19 novembre 2002 Sono passati quasi tre anni da quando Allied Telesyn, multinazionale del networking con 15 anni di attività alle spalle, scelse l'Italia come sede per il proprio centro di ricerca e sviluppo europeo. Da allora il laboratorio milanese, guidato da Francesco Salamida, si occupa di mettere a punto prodotti con tecnologie xDsl e VoIp destinati al mercato internazionale, oltre che fornire supporto a specifiche richieste dei clienti europei. E' nato qui, per esempio; il nuovo residential gateway At-Rg213, destinato agli operatori, che integra due porte VoIp, tre porte 10/100 per i dati e una linea telefonica tradizionale. Opera come uno switch di livello due e supporta il video over Ip e le Vlan sicure."E' destinato - spiega Salamida - ad applicazioni Ethernet to the home, la tecnologia utilizzata da FastWeb, che in altri Paesi, e in particolare in Giappone, è molto diffusa. Il dispositivo supporta, tra l'altro, il protocollo Sip, le cui specifiche sono state completate di recente: noi abbiamo partecipato ai lavori per la standardizzazione e ne abbiamo implementato subito la versione definitiva". Un altro frutto dei ricercatori italiani di Allied è la prima soluzione Extended Ethernet basata su tecnologia Vdsl (Very High Speed Dsl). Non si tratta, in questo caso, di accesso a Internet, ma di una tecnica per estendere le connessioni Ethernet attraverso il cablaggio telefonico, fino a 1,2 chilometri, in ambito privato. Una tipica applicazione è quella degli alberghi. "L'apparato - dice Salamida - si installa In ogni camera e nel data center. In questo modo, tutti gli ospiti possono avere a disposizione una connessione always on, che l'hotel può offrire come servizio a costo fisso, senza preoccuparsi del consumo".
Se questi sono prodotti pronti per il mercato, il laboratorio sta lavorando sulle tecnologie di domani. "Stiamo mettendo a punto - rivela il responsabile - un'evoluzione del residential gateway che sia anche in grado di supportare interfacce Adsl e Isdn, oltre che uno switch di livello 3 e un firewall. Inoltre, stiamo integrando il VoIp su altre gamme di prodotti". Un altro fronte su cui opera Allied è quello dell'Ip versione 6, che vede il Giappone all'avanguardia. "A metà del 2003 lo integreremo sui nuovi prodotti - anticipa Salamida - e l'esperienza Giapponese ci darà un grande vantaggio".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here