La nuova indiretta di Toshiba

La divisione Computer Systems annuncia altri operatori di canale che arricchiscono la rete dei partner

La divisione Computer Systems di Toshiba da qualche mese si sta riorganizzando avendo nominato Javier Pascual, già regional vice president area Mediterraneo, country manager per l’Italia. Al suo fianco il nuovo sales manager Andrea Galbiati con una lunga esperienza alle spalle nel mondo It e Mario Garzia, chiamato come nuovo head of retail della filiale italiana.
Ad Andrea Galbiati il compito, dunque, di coordinare tutta la forza vendita di Toshiba, definendo nuove strategie commerciali a partire da una migliore organizzazione del canale, pur senza trascurare la partnership con i distributori.

"Per un vendor come noi, il ruolo del distributore resta fondamentale - spiega Galbiati -. Continuiamo, infatti a lavorare con Brevi, Cdc, Datamatic, Esprinet, Ingram Micro e Tech Data, ma lo sforzo che stiamo compiendo è soprattutto quello di rivedere la nostra strategia indiretta, andando a rafforzare la rete delle terze parti. Il mercato, infatti si sta evolvendo e dunque Toshiba si è resa conto che il suo compito è quello di essere più vicina ai partner". Per questo, a fianco della cinquantina di Var o dealer prefessionali, nominati Star, e dei 250 Tpr (Toshiba Preferred reseller) con i quali il vendor ha un rapporto consolidato, aggiunge altre tue tipologie di partner: i corporate e gli Star Store.

"I corporate sono un numero selezionato, al massimo 15, di system integrator e corporate dealer rivolti ai large account - prosegue Glabiati - mentre gli Star Store sono alcuni computer shop storici che ci hanno chiesto di sviluppare un business rivolto verso un’utenza più professionale e meno consumer".
Oltre a tutti questi, Toshiba prosegue i contatti con 350 realtà, i Fpp (Future partner program) "rivenditori che gestiamo attraverso il teleselling,  ai quali proponiamo promozioni per acquistare presso i nostri distributori. Sono rivenditori su cui investiamo con l’obiettivo di ampliare ulteriormente il numero di rivenditori attivi".

Queste scelte porteranno, nelle intenzioni del vendor, ad aumentare il fatturato tramite il canale b2b, pur mantenendo percentuali significative attraverso il canale Gds, per il quale, tra l’altro, è previsto un nuovo programma volto a migliorare la qualità dei prodotti Toshiba presso queste superfici attraverso l’utilizzo di merchandiser che andranno periodicamente a visitare i punti vendita.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here