La nuova generazione di pc a basso costo mina la leadership di Intel

Le ultime uscite in materia di pc testimoniano i successi registrati da Amd (Advanced Micro Devices) e Cyrix (sussidiaria di National Semiconductor), che hanno guadagnato quote di mercato nel mercato dei microprocessori destinati a macchine a basso cos

Le ultime uscite in materia di pc testimoniano i successi registrati da
Amd (Advanced Micro Devices) e Cyrix (sussidiaria di National
Semiconductor), che hanno guadagnato quote di mercato nel mercato dei
microprocessori destinati a macchine a basso costo. In questo segmento, in
particolare, sono stati annunciati nuovi modelli, da parte di Compaq e Ibm,
basati sui chip delle rivali di Intel.
Più precisamente, la società di Houston ha rilasciato 15 nuovi elementi,
tra desktop e notebook, della famiglia Presario, solo metà dei quali
equipaggiati con processori Intel. Tra le novità, il Presario 2240 da 800
dollari (monitor escluso), equipaggiato con un K6 Mmx di Amd, 32 Mb di Ram
e 2,1 Gb di hard disk. Questo affiancherà il precedente pc entry level
basato su un chip MediaGx di Cyrix, l'unico non Intel dell'offerta Compaq
finora, oggi aggiornato con il MediaGx da 180 MHz. Proprio su un MediaGx a
200 MHz si basa il nuovo Presario 1220Es, un nuovo notebook multimediale
network-ready offerto al prezzo di 2.099 dollari, duecento in meno del
modello Presario Small Business con un Pentium a 166 MHz.
Big Blue punta sul K6, rimarchiato Ibm, per i nuovi Aptiva E26 ed E46. Il
primo gira a 233 MHz, mentre il secondo a 266 Mhz. Entrambi dispongono di
un Cd-Rom 24x e di un modem 56K, per un prezzo rispettivamente di 1.099 e
1.599 dollari.
Le scelte sarebbero determinate dai costi: Ibm e Compaq avrebbero optato
per i processori K6 e MediaGx, rispettivamente di Amd e Cyrix, in quanto
più economici. Un passo obbligato per "combattere" la guerra dei prezzi in
una fascia di mercato in cui i pc, dopo la soglia dei mille dollari, stanno
scendendo sotto quella degli 800 dollari.
Controcorrente va Hewlett-Packard, che ha annunciato un pc da 799 dollari
basato su un chip Intel. E la società di Santa Clara ha annunciato
un'ulteriore riduzione del prezzo dei propri Pentium II a 233 MHz, già
abbassato recentemente del 33%.
Mentre si aspettano annunci in tal senso anche da Amd e Cyrix,
quest'ultima ha lanciato la versione Mmx del MediaGx da 200 Mhz,
annunciando che renderà disponibile un chip Mmx da 300 Mhz entro la fine
dell'anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here