La crisi europea penalizza l’iPhone

I dati presentati da Kantar Worldpanel ComTech evidenziano come lo scenario economico stia favorendo la piattaforma Android, rispetto all’ultimo iPhone, considerato troppo costoso.

L'economia rallenta? Potrebbe essere un problema per l'iPhone.

Lo sostiene, in una analisi presentata in questi giorni Kantar Worldpanel ComTech, evidenziando come il difficile contesto economico da un lato e il downpricing in atto sulle piattaforme rivali sta distogliendo i consumatori europei dall'acquisto di iPhone.

Il lancio del nuovo iPhone 4S nel mese di ottobre ha galvanizzato gli acquisti sui mercati statunitense e britannico, ma sembra finora aver lasciati più triepidi i consumatori dell'Europa Occidentale, se pure con qualche differenza tra Paese e Paese. 

Così, se nel trimestre chiuso a fine novembre la quota di mercato di Apple negli Stati Uniti è passata dal 25 al 36% rispetto al pari periodo dell'anno precedente, e se una crescita percentualmente ancor più marcata si è registrata nel Regno Unito, dove per iPhone si parla di una penetrazione passatadal 21 al 31%, in Francia, Germania, Spagna e Italia la tendenza è decisamente negativa.

In Francia, la quota di Apple è passata in un anno dal 29 al 20%, in Germania dal 27 al 22 per cento, in Spagna dal 13 al 7%.

Interessante la situazione dell'Italia.
Android guadagna infatti posizioni non solo a spese di Symbian, che passa dal 48,4 al 20,2%, ma anche a spese di WinMobile, ormai sceso al 2,8% del mercato complessivo, e, soprattutto, a spese di iOs, che in un anno passa dal 27,1 al 22%.

Di certo pesa il contesto economico: le economie deboli non incoraggiano l'acquisto di un dispositivo costoso come l'iPhone, soprattutto in presenza di uno scenario tutt'altro che incoraggiante per almeno tutto il primo trimestre del prossimo anno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here